Iannone: "La Suzuki vuole le mie impressioni sul materiale nuovo perché sono il suo pilota più veloce"

condividi
commenti
Iannone:
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
20 giu 2018, 09:48

Anche se a fine anno lascerà la squadra per passare all'Aprilia, il pilota di Vasto è convinto che la Casa di Hamamatsu continuerà a portargli gli aggiornamenti della GSX-RR per proseguire con lo sviluppo.

Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP
Andrea Iannone, Team Suzuki MotoGP

La gara di Barcellona è stata deludente per Andrea Iannone e la Suzuki, ma la giornata di test disputata lunedì sul tracciato catalano sembra aver riportato il sorriso nel box della Casa di Hamamatsu, perché il pilota di Vasto ha staccato il secondo tempo, trovando anche dei buoni riscontri con il telaio che Alex Rins utilizza ormai da un paio di gare, quello con il rinforzo in carbonio nella parte superiore.

"Ho provato il telaio nuovo, quello che Alex sta usando da un po'. Lo avevamo già usato anche nelle libere durante il weekend di gara, ma non siamo riusciti a capirlo bene, quindi abbiamo preferito continuare con quello standard per prepararci al meglio per la gara. Oggi però abbiamo trovato un feeling leggermente migliore. E' stato un piccolo passo in avanti, ma è meglio di niente. In ogni caso sceglieremo quello che è meglio per me, vedremo" ha detto Iannone.

Quando gli è stato chiesto in cosa sia migliorata la GSX-RR con questo telaio, ha aggiunto: "E' meglio in uscita di curva. Riduce un po' i movimenti della moto, che sono quello con cui ho più problemi. Con questo telaio si muove un po' meno".

E questo potrebbe essere uno spunto interessante, visto che uno dei problemi principali della moto in questo momento è proprio che inizia a muoversi davvero tanto quando cala la gomma, impedendo al pilota di mantenere un ritmo competitivo. Non a caso, era stato proprio questo il motivo per cui nel GP di Catalogna Iannone ha chiuso solo nono dopo essere stato anche secondo nelle prime fasi.

Nella giornata di lunedì, inoltre, la Michelin ha introdotto una nuova gomma anteriore con il profilo più largo: "L'ho provata e credo che la Michelin abbia fatto un buon lavoro".

Infine, Andrea ha rassicurato sul fatto che la Suzuki continuerà a dargli gli aggiornamenti della moto, anche se il suo 2019 sarà targato Aprilia: "Stiamo provando delle cose nuove, ma non so se siano per l'anno prossimo o per quest'anno. Sicuramente portano materiale nuovo e vogliono sapere le mie impressioni, perché in questo momento sono il pilota che va più forte con la Suzuki e quindi devono affidarsi a quello che gli dico".

Informazioni aggiuntive di German Garcia Casanova

Prossimo articolo MotoGP
Fotogallery: ecco le grid girl della 24 Ore di Le Mans e del GP di Catalogna di MotoGP

Previous article

Fotogallery: ecco le grid girl della 24 Ore di Le Mans e del GP di Catalogna di MotoGP

Next article

MotoGP 18: la pista è virtuale, ma le emozioni sono reali

MotoGP 18: la pista è virtuale, ma le emozioni sono reali