Moto3, Portimao, Libere 1: Masia precede Fenati e Arenas

Lo spagnolo sfiora il record del CEV e precede di poco Fenati, nonostante entrambi siano scivolati. Arenas, terzo, è il migliore dei piloti in lizza per il titolo, mentre Arbolino è 11esimo ed Ogura addirittura 26esimo. Bene anche Migno, quinto. In Q2 provvisoria pure Vietti, 12esimo.

Moto3, Portimao, Libere 1: Masia precede Fenati e Arenas

La prima sessione di prove libere del Gran Premio del Portogallo è durata 15 minuti in più, per permettere ai piloti della Moto3 di prendere le misure all'inedito circuito di Portimao, ma 55 minuti sono bastati ai protagonisti del Mondiale per arrivare vicinissimi al record realizzato nel CEV, fatto segnare da Fabio Quartararo nel 2014.

Il più veloce alla fine della sessione è stato Jaume Masia, che con la Honda del Leopard Racing è stato il solo capace di scendere sotto al muro dell'1'49", firmando un 1'48"896, nonostante sia anche incappato in una scivolata alla curva 14.

Lo spagnolo ha preceduto di 158 millesimi un Romano Fenati parso in grande forma. Verso la metà della sessione, il pilota del Max Racing Team si era creato unmargine di oltre un secondo sugli inseguitori, che poi è stato vanificato da una scivolata alla curva 15. L'ascolano comunque nel finale si è migliorato ed è sceso fino a 1'49"054.

In terza posizione troviamo il migliore tra i piloti ancora in corsa per il titolo, che è stato il leader Albert Arenas. Lo spagnolo del Team Aspar paga 213 millesimi, mentre i suoi inseguitori sono più attardati: Tony Arbolino è 11esimo con un ritardo di otto decimi, mentre Ai Ogura si ritrova addirittura 26esimo, ma dovrebbe essere tra quelli che non hanno montato la gomma nuova nel finale.

Tornando a scorrere la classifica nelle posizioni di vertice, prosegue il momento positivo di Sergio Garcia, reduce dai due podi di Valencia e capace di staccare il quarto tempo con la Honda della Estrella Galicia, precedendo la KTM dello Sky Racing Team VR46 affidata ad Andrea Migno.

Sesto tempo per lo spagnolo Raul Fernandez, che oggi è accompagnato in pista anche dal fratello Adrian, che sostituisce l'infortunato Filip Salac sulla Honda della Rivacold Snipers, ma si ritrova 31esimo ed ultimo.

Dopo lo spagnolo c'è il turco Deniz Oncu, con Jeremy Alcoba, John McPhee e Gabriel Rodrigo a completare la top 10. Gli altri italiani sono tutti fuori dalla top 10 invece: detto dell'11esimo crono di Arbolino, nella sua scia c'è Celestino Vietti. Il quadro dei 14 che al momento sarebbero qualificati alla Q2 invece si conclude con Tatsuki Suzuki e Barry Baltus.

Questo vuol dire che gli altri ragazzi di casa nostra al momento dovrebbero passare tutti dalla Q1, a partire da Niccolò Antonelli, 15esimo per soli 55 millesimi e tallonato da Dennis Foggia. In 19esima e 20esima posizione c'è invece il tandem composto da Davide Pizzoli e Stefano Nepa, con quest'ultimo che è anche incappato in una scivolata alla curva 14.25esimo, infine, Riccardo Rossi.

Cla Pilota moto Moto Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 Spain Jaume Masia
Honda 16 1'48.896 154.848
2 Italy Romano Fenati
Husqvarna 21 1'49.054 0.158 0.158 154.624
3 Spain Albert Arenas Ovejero
KTM 18 1'49.109 0.213 0.055 154.546
4 Spain Sergio Garcia Dols
Honda 21 1'49.288 0.392 0.179 154.293
5 Italy Andrea Migno
KTM 19 1'49.537 0.641 0.249 153.942
6 Spain Raul Fernandez
KTM 18 1'49.556 0.660 0.019 153.915
7 Turkey Deniz Öncü
KTM 20 1'49.598 0.702 0.042 153.856
8 Spain Jeremy Alcoba
Honda 17 1'49.609 0.713 0.011 153.841
9 United Kingdom John McPhee
Honda 22 1'49.666 0.770 0.057 153.761
10 Argentina Gabriel Rodrigo
Honda 20 1'49.673 0.777 0.007 153.751
11 Italy Tony Arbolino
Honda 18 1'49.705 0.809 0.032 153.706
12 Italy Celestino Vietti Ramus
KTM 21 1'49.807 0.911 0.102 153.563
13 Japan Tatsuki Suzuki
Honda 15 1'49.886 0.990 0.079 153.453
14 Belgium Barry Baltus
KTM 21 1'49.929 1.033 0.043 153.393
15 Italy Niccolò Antonelli
Honda 17 1'49.984 1.088 0.055 153.316
16 Italy Dennis Foggia
Honda 19 1'50.022 1.126 0.038 153.263
17 Japan Ryusei Yamanaka
Honda 21 1'50.220 1.324 0.198 152.988
18 Spain Alonso Lopez
Husqvarna 23 1'50.314 1.418 0.094 152.858
19 Italy Davide Pizzoli
KTM 22 1'50.319 1.423 0.005 152.851
20 Italy Stefano Nepa
KTM 17 1'50.328 1.432 0.009 152.838
21 Japan Yuki Kunii
Honda 17 1'50.343 1.447 0.015 152.818
22 Japan Ayumu Sasaki
KTM 19 1'50.413 1.517 0.070 152.721
23 Spain Carlos Tatay
KTM 22 1'50.522 1.626 0.109 152.570
24 South Africa Darryn Binder
KTM 26 1'50.680 1.784 0.158 152.352
25 Italy Riccardo Rossi
KTM 22 1'50.689 1.793 0.009 152.340
26 Japan Ai Ogura
Honda 20 1'50.792 1.896 0.103 152.198
27 Malaysia Khairul Pawi
Honda 20 1'50.847 1.951 0.055 152.123
28 Japan Kaito Toba
KTM 18 1'50.879 1.983 0.032 152.079
29 Switzerland Jason Dupasquier
KTM 25 1'50.885 1.989 0.006 152.071
30 Austria Maximilian Kofler
KTM 18 1'50.988 2.092 0.103 151.929
31 Mexico Adrian Fernandez
Honda 18 1'51.382 2.486 0.394 151.392
condividi
commenti
Moto3: il team Aspar farà debuttare il brand GasGas nel 2021

Articolo precedente

Moto3: il team Aspar farà debuttare il brand GasGas nel 2021

Articolo successivo

Moto3, Portimao, Libere 2: Arenas da record, Arbolino ottavo

Moto3, Portimao, Libere 2: Arenas da record, Arbolino ottavo
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Moto3
Evento Algarve
Location Algarve International Circuit
Autore Matteo Nugnes