Le Mans, Libere 3: Rabat va a prendersi la vetta

Le Mans, Libere 3: Rabat va a prendersi la vetta

Tempi alti rispetto a ieri, ma ben cinque moto racchiuse nello spazio di appena un decimo e mezzo

Tempi alti nella terza ed ultima sessione di prove libere del Gp di Francia classe Moto2. Il riferimento realizzato ieri da Scott Redding è rimasto lontano di circa mezzo secondo, ma la classe di mezzo ha ritrovato tra i suoi protagonisti il leader del Mondiale Esteve Rabat. Dopo la caduta di ieri pomeriggio, il portacolori del Team Tuenti ha messo tutti in fila in 1'38"741, a partire proprio da Redding, che stamani si è reso anche protagonista di una scivolata che gli è costata diversi minuti passati ai box per riparare la sua Kalex, ma ha comunque chiuso a soli 28 millesimi. La sensazione comunque è che la lotta per la pole position sarà molto serrata, anche se per l'orario delle qualifiche potrebbe anche arrivare la pioggia a mischiare le carte in tavola. In queste Libere 3 però abbiamo visto la bellezza di cinque moto racchiuse nello spazio di appena 146 millesimi, con anche Nico Terol, Takaaki Nakagami e Pol Espargaro a far parte di questo gruppetto. Alle loro spalle si apre una forbice di circa tre decimi e poi arriva un altro trenino guidato da Xavier Simeon, che tra i suoi inseguitori può contare anche l'idolo locale Johann Zarco, Mattia Pasini e Thomas Luthi, autore di una scivolata nell'ultimo minuto del turno. Sono state davvero tante però le scivolate che hanno caratterizzato questa sessione, appartemente tutte senza particolari conseguenze. Merita di essere citata però quella del campione del mondo in carica della Moto3 Sandro Cortese, che è stato letteralmente buttato fuori dalla pista da Steven Odendaal.

Moto2 - Le Mans - Libere 3

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto2
Piloti Tito Rabat
Articolo di tipo Ultime notizie