Indy 500: Marco Andretti mette tutti in fila nel Fast Friday

condividi
commenti
Indy 500: Marco Andretti mette tutti in fila nel Fast Friday
David Malsher
Di: David Malsher
Tradotto da: Matteo Nugnes
19 mag 2018, 07:07

Le medie sul giro si sono alzate in maniera vertiginosa nel Fast Friday della 500 Miglia di Indianapolis, ma la cosa era inevitabile, visto che la pressione del turbo delle monoposto è stata portata a 1,4 bar in vista delle qualifiche.

Simon Pagenaud, Team Penske Chevrolet
Graham Rahal, Rahal Letterman Lanigan Racing Honda
Will Power, Team Penske Chevrolet
Helio Castroneves, Team Penske Chevrolet
Ryan Hunter-Reay, Andretti Autosport Honda
L'incidente di James Davison, A.J. Foyt Enterprises con Byrd / Hollinger / Belardi Chevrolet

Il più veloce è stato un Marco Andretti parso piuttosto in palla per tutta la settimana, che in mattinata è riuscito a spingere la sua monoposto della Andretti-Herta fino ad un crono di 38"8263 che gli è valso la media di 231,802 miglia orarie. Il tutto completando appena 25 giri.

Sotto al muro dei 39" ci sono anche Robert Wickens per i colori della Schmidt Peterson e Ed Carpenter per la sua squadra, mentre Oriol Servia è il primo rimasto al di sopra di questa barriera con la monoposto della Rahal Letterman Lanigan.

I grandi favoriti per la pole position però sembrano essere i piloti della Penske, perché Will Power, Josef Newgarden e Simon Pagenaud sono quelli che hanno ottenuto le medie sul giro migliori senza avere bisogno di fare ricorso alle scie. Power addirittura è riuscito a chiudere quinto con 229,780 miglia orario.

Anche Carpenter però se l'è cavata piuttosto bene senza "rimorchio", perché occuperebbe il quarto posto anche in questa speciale classifica, che è monopolizzata dalle vetture motorizzate Chevrolet. La prima con il propulsore Honda che ha lavorato senza scia è quella di Sebastien Bourdais alla media di 228,657 miglia.

Bisogna ricordare che quest'anno ci sarà battaglia anche solo per entrare in griglia, perché gli iscritti sono 35 per soli 33 posti in griglia. Ad oggi, quelli che sembrano destinati a battagliare per evitare l'onta della mancata qualificazione sono Sage Karam, Jay Howard, Pippa Mann, Kyle Kaiser, Graham Rahal e James Davison.

Questa notte poi sono attesi ad un grande lavoro i meccanici della AJ Foyt Racing in seguito al pesante incidente di James Davison, che ha danneggiato in maniera molto importante la sua vettura.

Indy 500, Fast Friday

Cla Pilota Giri Tempo Gap Interval Mph
1 98 united_states  Marco Andretti  31 38.8262     231.802
2 6 canada  Robert Wickens  35 38.8379 0.0117 0.0117 231.732
3 20 united_states  Ed Carpenter  37 38.9499 0.1237 0.1120 231.066
4 64 spain  Oriol Servia  40 39.0884 0.2622 0.1385 230.247
5 12 australia  Will Power  32 39.1679 0.3417 0.0795 229.780
6 18 france  Sébastien Bourdais  40 39.1747 0.3485 0.0068 229.740
7 14 brazil  Tony Kanaan  24 39.2157 0.3895 0.0410 229.500
8 4 brazil  Matheus Leist  32 39.2388 0.4126 0.0231 229.365
9 25 united_kingdom  Stefan Wilson  47 39.2545 0.4283 0.0157 229.273
10 27 united_states  Alexander Rossi  58 39.2611 0.4349 0.0066 229.235
11 88 colombia  Gabby Chaves  42 39.2782 0.4520 0.0171 229.135
12 3 brazil  Helio Castroneves  42 39.2804 0.4542 0.0022 229.122
13 21 united_states  Spencer Pigot  15 39.2895 0.4633 0.0091 229.069
14 1 united_states  Josef Newgarden  30 39.3024 0.4762 0.0129 228.994
15 32 united_states  Kyle Kaiser  62 39.3237 0.4975 0.0213 228.870
16 22 france  Simon Pagenaud  44 39.3259 0.4997 0.0022 228.857
17 10 united_arab_emirates  Ed Jones  50 39.3621 0.5359 0.0362 228.646
18 23 united_states  Charlie Kimball  24 39.3831 0.5569 0.0210 228.524
19 7 united_kingdom  Jay Howard  25 39.4106 0.5844 0.0275 228.365
20 13 united_states  Danica Patrick  13 39.4245 0.5983 0.0139 228.284
21 9 new_zealand  Scott Dixon  13 39.4334 0.6072 0.0089 228.233
22 29 colombia  Carlos Munoz  38 39.4688 0.6426 0.0354 228.028
23 28 united_states  Ryan Hunter-Reay  42 39.4929 0.6667 0.0241 227.889
24 30 japan  Takuma Sato  44 39.5115 0.6853 0.0186 227.782
25 17 united_states  Conor Daly  33 39.5257 0.6995 0.0142 227.700
26 24 united_states  Sage Karam  43 39.5442 0.7180 0.0185 227.593
27 19 canada  Zachary Claman De Melo  11 39.5926 0.7664 0.0484 227.315
28 26 united_states  Zach Veach  34 39.5928 0.7666 0.0002 227.314
29 5 canada  James Hinchcliffe  41 39.6019 0.7757 0.0091 227.262
30 66 united_states  J.R. Hildebrand  49 39.6053 0.7791 0.0034 227.242
31 63 united_kingdom  Pippa Mann  45 39.6082 0.7820 0.0029 227.226
32 59 united_kingdom  Max Chilton  34 39.6321 0.8059 0.0239 227.089
33 15 united_states  Graham Rahal  54 39.6806 0.8544 0.0485 226.811
34 33 australia  James Davison  37 39.6991 0.8729 0.0185 226.705
35 60 united_kingdom  Jack Harvey  19 39.7157 0.8895 0.0166 226.611
Articolo successivo
Indy 500, Day 3: Rahal al top, Hildebrand finisce a muro

Articolo precedente

Indy 500, Day 3: Rahal al top, Hildebrand finisce a muro

Articolo successivo

La IndyCar punta a motori di 900 cavalli con le regole 2021

La IndyCar punta a motori di 900 cavalli con le regole 2021
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie IndyCar
Evento Indy 500
Location Indianapolis Motor Speedway
Autore David Malsher
Tipo di articolo Prove libere