Daytona, allarme traffico: LMP3 più lente delle GTLM!

Nelle Qualifiche Roar per stabilire la griglia della Qualifying Race di oggi è emerso quello che potrebbe diventare un problema in gara: i nuovi prototipi inseriti in lista non vanno più forte delle GTE. Come ci si dovrà comportare nelle fasi salienti?

Daytona, allarme traffico: LMP3 più lente delle GTLM!

C'è un fatto piuttosto curioso e allo stesso tempo preoccupante che pare possa essere una caratteristica inedita della 24h di Daytona.

Durante le Qualifiche per determinare la griglia di partenza della Qualifying Race di oggi, sul tracciato della Florida hanno fatto il loro esordio come categoria dell'IMSA WeatherTech SportsCar Championship i protototipi LMP3.

Il guaio, se così si può dire, è che negli assalti al tempo migliore, diverse di queste vetture sono risultate più lente delle GTE che corrono nella Classe GTLM, per altro questione che era già venuta a galla durante le tre sessioni di test disputate fra giovedì, venerdì e sabato.

L'unico a restare davanti ad esse è stato Moritz Kranz, in Pole con la Duqueine M30-D08 #6 della Muehlner Motorsports America, autore di un 1'42"384 che è di appena mezzo secondo meglio del tempo stabilito da Marco Wittmann con la BMW M8.

Il tedesco del Team RLL è stato però più rapido rispetto ad altri prototipi, così come il suo compagno di squadra Timo Glock e pure le Corvette C8.R di Alex Sims e Jordan Taylor, la Ferrari di Alessandro Pier Guidi e la Porsche di Cooper MacNeil.

Leggi anche:

Ciò complicherà non poco le cose in fase di gara, quando chiaramente ci si ritroverà a combattere nel traffico. Ma in un caso del genere, si deve dare strada o bisogna pensare alla propria corsa, alzando il piede contro macchine più lente? L'allarme è lanciato proprio dai piloti GTLM, che si sono accorti di dover far fronte ad una difficoltà in più.

"Sicuramente è bello che ci siano più macchine in pista, ne beneficia lo spettacolo della gara e ammetto che me ne sono accorto subito quando sono uscito dai box, perché eravamo veramente tanti - ha detto Sims - Con le LMP3 sarà interessante capire come andrà, i tempi sul giro sono simili a quelli delle GTLM".

"Il fatto è che anche l'impostazione di una tornata è più o meno la stessa, come velocità in curva e traiettorie. L'interazione tra i piloti di GTLM e LMP3 sarà qualcosa di nuovo, specialmente per i Pro".

"Bisognerà essere praticamente perfetti e non la vedo affatto semplice quando saremo tutti attaccati. La cosa buona è che con una Qualifying Race possiamo già prendere le misure, non è la 24h vera e propria, ma intanto capiremo come fare".

Taylor ha aggiunto: "Credo che per questo weekend sarà molto importante portare a casa le macchine senza danni e il traffico è un problema che bisogna assolutamente evitare per non avere problemi di questo genere. Bisogna fare parecchia attenzione".

Il regolamento stabilisce che è obbligatorio dare strada alle macchine della categoria superiore alzando il piede il prima possibile e agevolare il sorpasso in sicurezza. Ma se le prestazioni sono simili o addirittura una GTE è più veloce di una LMP3 chi avrà ragione?

Appuntamento quindi alle 20;05 italiane di oggi per capire se e quanto effettivamente le LMP3 potranno creare grattacapi in più a qualcuno.

condividi
commenti
Daytona Roar: Cadillac e BMW in Pole per la Qualifying Race

Articolo precedente

Daytona Roar: Cadillac e BMW in Pole per la Qualifying Race

Articolo successivo

Daytona Roar: buona qualifica per le Ferrari

Daytona Roar: buona qualifica per le Ferrari
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie IMSA
Evento Roar Before the 24
Sotto-evento Sabato
Location Daytona International Speedway
Autore Francesco Corghi