WSBK
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
26 ott
Evento concluso
WRC
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
WEC
08 nov
-
10 nov
Evento concluso
MotoGP
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
Moto3
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
Moto2
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
Formula E
G
Ad Diriyah ePrix
22 nov
-
22 nov
Libere 1 in
1 giorno
G
Ad Diriyah E-prix II
23 nov
-
23 nov
Libere 3 in
2 giorni
FIA F3
26 set
-
29 set
Evento concluso
FIA F2
26 set
-
29 set
Evento concluso
G
Abu Dhabi
28 nov
-
01 dic
Prove libere in
8 giorni
Formula 1
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
ELMS
25 ott
-
27 ott
Evento concluso
WTCR
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
13 dic
-
15 dic
Prossimo evento tra
22 giorni

Albuquerque: "Al posto di Taylor proverei un po'di vergogna"

condividi
commenti
Albuquerque: "Al posto di Taylor proverei un po'di vergogna"
Di:
30 gen 2017, 10:34

Filipe Albuquerque non ha digerito la sconfitta e il comportamento del compagno di marca in occasione del soprasso subìto a 7'dalla fine della 24 Ore. Ricky Taylor si è difeso dicendo che il portoghese lo ha chiuso

Podium: Race winner #10 Wayne Taylor Racing Cadillac DPi: Ricky Taylor, Jordan Taylor, Max Angelelli
#5 Action Express Racing Cadillac DPi: Joao Barbosa, Christian Fittipaldi, Filipe Albuquerque
#5 Action Express Racing Cadillac DPi: Joao Barbosa, Christian Fittipaldi, Filipe Albuquerque
Filipe Albuquerque, Action Express Racing

Il trionfo delle due Cadillac-Dallara alla 24 ore di Daytona è stato in parte rovinato dal contatto che ha coinvolto il futuro vincitore Ricky Taylor con il pilota che fino a 7'dalla conclusione della corsa era al comando: Filipe Albuquerque. Il portoghese, sempre molto pacato nell'esporre il proprio punto di vista, non ha digerito né la foga con la quale il giovane statunitense gli ha sottratto la posizione né l'atteggiamento della direzione corsa che non ha sanzionato la manovra della Cadillac che Ricky divideva con il fratello Jordan, con Max Angelelli e con l'idolo dell'automobilismo Usa Jeff Gordon.

"In quel momento avevo davanti alcune vetture Gt chiaramente più lente e quindi non potevo ritardare la frenata. Credevo che anche Taylor si adeguasse . Così sono andato per chiudere la traiettoria quando lui invece ha provato un sorpasso impossibile perché è arrivato lunghissimo. Ci siamo toccati e sono finito in testacoda. Non c'è molto altro da dire. I commissari hanno dato una valutazione diversa. Sono arrivato secondo e questo è l'unico dato certo che conta".

Ma poi incalzato dalle domande Filipe ha fatto un paragone con ciò che accade nel mondo del ciclismo: "Al Tour de France se un corridore cade la sua squadra lo aspetta. Lui ha commesso un errore e ha preso il comando. Onestamente al suo posto proverei un po'di vergogna per come ha ottenuto la vittoria".

Diversa, ma non poteva essere altrimenti, la versione del vincitore: "In quella situazione con una vittoria alla 24 Ore in bilico chiunque avrebbe preso un rischio. Avevo notato che Filipe aveva qualche problema in frenata in quel punto. Sono sicuro che mi abbia visto e infatti ha ammesso di avere chiuso la traiettoria".

Articolo successivo
Daytona: Ferrari sul podio, ma a 91 millesimi dalla Porsche!

Articolo precedente

Daytona: Ferrari sul podio, ma a 91 millesimi dalla Porsche!

Articolo successivo

Fotogallery: gli scatti più belli della 24 Ore di Daytona 2017

Fotogallery: gli scatti più belli della 24 Ore di Daytona 2017
Carica i commenti