Ferrari: arrivano altri due titoli (su quattro) tra IMSA e GTWC

In IMSA successo di un soffio per la 488 di Risi con Serra-Rigon in GTD PRO, peccato per Cetilar e AF in GTD. Nel GTWC la delusione patita da Fuoco ed Iron Lynx è mitigata dal grande successo di Bertolini-Machiels-Costantini in PRO-AM.

Ferrari: arrivano altri due titoli (su quattro) tra IMSA e GTWC

E' stato un altro fine settimana di festeggiamenti per la Ferrari nelle competizioni GT cui le 488 prendono parte in tutto il mondo, anche se rimane un pizzico di amarezza.

Tra IMSA SportsCar Championship e GT World Challenge Europe sono arrivate un paio di soddisfazioni, che mitigano altrettante delusioni patite nelle varie categorie dove corrono le vetture di Maranello.

Andando per ordine cronologico, è stata azzeccata la scelta di provare l'assalto all'Endurance Cup IMSA con Davide Rigon, Daniel Serra e James Calado alla Petit Le Mans, seppur con il brivido finale.

#62 Risi Competizione Ferrari 488 GT3, GTD PRO: Daniel Serra, Davide Rigon, James Calado

#62 Risi Competizione Ferrari 488 GT3, GTD PRO: Daniel Serra, Davide Rigon, James Calado

Photo by: Gavin Baker / Motorsport Images

La 488 #62 preparata dalla Risi Competizione era riuscita in un finale come sempre combattutissimo e strappare il successo in Classe GTD PRO, ma ai box hanno fatto male i conti ed è emerso che Serra aveva ecceduto nel tempo limite di guida consentito nell'arco delle 10h di corsa.

La penalità inflitta alla Rossa del team americano l'ha fatta sprofondare in fondo alla classifica finale, ma grazie ai punti bonus presi per aver completato tutte le ore previste, ecco che Serra e Rigon si ritrovano ugualmente Campioni Endurance per soli 2 punti nei confronti dei rivali di Porsche-Pfaff e Corvette, così come la stessa Risi Competizione, mentre è la Casa di Stoccarda a conquistare il titolo Costruttori per 3 lunghezze sulla Ferrari.

Non è andata altrettanto bene ai due equipaggi di Classe GTD perché la #21 di AF Corse affidata a Simon Mann, Luis Perez Companc e Toni Vilander non è riuscita nell'impresa di issarsi in cima alla graduatoria di campionato, mentre la #47 di Giorgio Sernagiotto, Ulysse De Pauw e Roberto Lacorte (Cetilar Racing) paga una penalità ed errori ai box, anche se va detto che comunque serviva un mezzo miracolo per poter trionfare.

#71 Iron Lynx Ferrari 488 GT3: Alessio Rovera, Alessandro Pierguidi, Antonio Fuoco

#71 Iron Lynx Ferrari 488 GT3: Alessio Rovera, Alessandro Pierguidi, Antonio Fuoco

Photo by: SRO

Venendo invece al GT World Challenge, la scelta di mandare Rigon e Serra alla Petit Le Mans ha lasciato il solo Antonio Fuoco in lizza per il corona Endurance, ma le cose non sono andate bene.

Seppur la conquista della Pole Position assieme agli ottimi compagni di squadra Alessandro Pier Guidi ed Alessio Rovera avesse fatto ben sperare per la Ferrari #71 di Iron Lynx, così come un grande primo stint da parte del piemontese, alla Dinamic Motorsport hanno azzeccato la strategia mettendo davanti la Porsche di Matteo Cairoli.

Il comasco non ha sbagliato nulla e - complice anche la risalita fino al quinto posto della Mercedes-Akkodis ASP - il titolo è andato proprio a quest'ultima condotta da Gounon/Juncadella/Marciello, nonostante un Fuoco intento fino all'ultima curva a cercare uno spiraglio per agguantare la vittoria necessaria.

#52 AF Corse, Ferrari 488 GT3: Louis Machiels, Andrea Bertolini, Stefano Costantini

#52 AF Corse, Ferrari 488 GT3: Louis Machiels, Andrea Bertolini, Stefano Costantini

Photo by: Ferrari

A risollevare il morale degli uomini del Cavallino Rampante ci hanno pensato Andrea Bertolini, Louis Machiels e Stefano Costantini, Campioni in Classe PRO-AM con la Ferrari #52 di AF Corse, seppur con un lungo brivido avuto quando in avvio di gara c'era stata una foratura a far scivolare giù dal podio la Rossa.

"Ho 51 anni e voglio continuare ancora a gareggiare - dice sorridendo Machiels - E' stata una stagione davvero emozionante, specialmente per la vittoria che abbiamo ottenuto a Spa-Francorchamps, con il mio amico Andrea Bertolini, con il quale corro da undici anni".

"Penso di poter fare ancora un paio d'anni qui, ovviamente dipende anche come sarò messo con la famiglia e mio figlio. Mi vedrete qui ancora per pochi anni”.

Costantini ha aggiunto: “Giornata emozionante, faccio ancora fatica a comprendere appieno quello che è successo, sono davvero molto contento di questa prima vittoria ottenuta con Ferrari".

"Tutta la squadra di AF Corse ha lavorato tantissimo per l’intera stagione, riuscendo a salire sul gradino più alto del podio a Spa ed Hockenheim, quindi per me tutto questo è stato un onore. Voglio ringraziare tutti per questa opportunità”.

#52 AF Corse, Ferrari 488 GT3: Louis Machiels, Andrea Bertolini, Stefano Costantini

#52 AF Corse, Ferrari 488 GT3: Louis Machiels, Andrea Bertolini, Stefano Costantini

Photo by: Ferrari

Bertolini chiosa: “Quando ottieni una vittoria, specialmente quando si tratta di un campionato, è sempre una giornata speciale. Il mio primo titolo in assoluto fu nel 2006 con una GT1, quindi molto tempo fa, ed è bello a distanza di tanto tempo essere ancora qui a festeggiare".

"Ho provato tante emozioni, qualcosa di diverso nel passato, e ora con Louis abbiamo costruito una bellissima relazione che si è rinforzata in questi 11 anni nei quali abbiamo corso insieme".

"Abbiamo vissuto emozioni diverse e bellissime, come il successo alla 24 Ore di Spa di quest’anno, oltre a qualche delusione. E nella categoria PRO-AM ci siamo divertiti”.

Soddisfazione anche per Antonello Coletta, Capo delle Attività Sportive GT: “La settimana scorsa abbiamo festeggiato le 500 vittorie ed oggi siamo qui a celebrare un altro weekend estremamente generoso in termini di risultati".

"Sono particolarmente felice per essere tornati a conquistare un titolo nella serie IMSA che mancava da alcuni anni, e per quelli nella classe Pro-Am nel GT World Challenge, a testimonianza delle qualità della vettura tanto per i piloti professionisti quanto per i gentleman”.

condividi
commenti
GTWC | Rossi chiude in scia ai PRO, oggi prova la BMW M4 con WRT
Articolo precedente

GTWC | Rossi chiude in scia ai PRO, oggi prova la BMW M4 con WRT

Articolo successivo

Ecco Valentino Rossi sulla BMW M4: si apre il 2° capitolo nel GT3

Ecco Valentino Rossi sulla BMW M4: si apre il 2° capitolo nel GT3