Verstappen: "Le F1 2022? Non siamo ai livelli della IndyCar"

Il pilota della Red Bull non ha apprezzato i regolamenti restrittivi previsti per le monoposto 2022, ma ha sottolineato come la prossima generazione di vetture non sarà paragonabile alle IndyCar.

Verstappen: "Le F1 2022? Non siamo ai livelli della IndyCar"

Lo scorso fine settimana di Silverstone la Formula 1 ha offerto una visione del suo futuro. Nella pomeriggio di giovedì, infatti, è stata mostrata una show car che ha anticipato le linee delle vetture ad effetto suolo che saranno protagoniste il prossimo anno.

L’obiettivo dei vertici della categoria è quello di rendere le gare più entusiasmanti concedendo ai piloti la possibilità di seguire in scia chi li precede senza perdere carico aerodinamico come avviene attualmente.

Quando sono stati tolti i veli dalla show car, in molti hanno però storto il naso. Il design della vettura, infatti, ha ricordato da vicino quello delle IndyCar. Tra i piloti che hanno voluto esprimere un parere in merito al futuro tecnico che sta inseguendo la Formula 1 c’è stato Max Verstappen.

L’olandese, che domenica sarebbe stato protagonista sfortunato del controverso contatto con Hamilton alla Copse, ha subito spento sul nascere ogni polemica in merito alla standardizzazione delle future vetture di F1.

“Credo che siamo ancora distanti dalla IndyCar, ma dovremo vedere nel corso dei prossimi anni come le monoposto si evolveranno, cosa sarà consentito e cosa no. Non ritengo corretto esprimere delle critiche allo stato attuale. Dobbiamo aspettare e vedere cosa accadrà”.

Le vetture 2022 ad effetto suolo dovrebbero essere sensibilmente più lente delle monoposto attuali, ma nelle intenzioni dei legislatori lo spettacolo dovrebbe aumentare perché il carico aerodinamico non sarà compromesso qualora si segua in scia un’altra vettura.

Anche su questo aspetto l’olandese della Red Bull si è mostrato positivo, specie nel valutare la possibilità di superare più facilmente rispetto a quanto avviene attualmente.

“Ovviamente noi come piloti vogliamo andare il più veloce possibile ad ogni giro, ma adesso è tremendamente difficile superare”.

“Non importa se saremo più lenti tre, quattro o cinque secondi. L’importante è avere gare più divertenti. C’è sempre un qualcosa da sacrificare per ottenere dell’altro in cambio”.

“Con le monoposto attuali se porti troppa velocità in curva e freni troppo tardi diventa davvero difficile provare a superare qualcuno. Alla fine siamo stati proprio noi piloti a chiedere delle auto differenti per poter correre meglio e la Formula 1 è arrivata a questa soluzione”.

“Sono davvero curioso di vedere come saranno le corse il prossimo anno”.

Confronto: 2021 F1 vs. 2022 F1
Confronto: 2021 F1 vs. 2022 F1
1/5

Foto di: FOM

F1 2022
F1 2022
2/5

Foto di: Formula 1

F1 2022
F1 2022
3/5

Foto di: Formula 1

F1 2022
F1 2022
4/5

Foto di: Formula 1

F1 2022
F1 2022
5/5

Foto di: Formula 1

condividi
commenti
Ferrari: l'importanza della qualifica per correre in aria pulita
Articolo precedente

Ferrari: l'importanza della qualifica per correre in aria pulita

Articolo successivo

Ferrari SF21: il... cambio di passo nasce dal differenziale più alto

Ferrari SF21: il... cambio di passo nasce dal differenziale più alto
Carica i commenti