Formula 1
G
GP del Bahrain
28 mar
Prove Libere 1 in
26 giorni
09 mag
Prossimo evento tra
67 giorni
G
GP dell'Azerbaijan
06 giu
Gara in
98 giorni
G
GP del Canada
13 giu
Gara in
106 giorni
G
GP di Francia
24 giu
Prossimo evento tra
116 giorni
01 lug
Prossimo evento tra
123 giorni
G
GP di Gran Bretagna
15 lug
Prossimo evento tra
137 giorni
G
GP d'Ungheria
29 lug
Prossimo evento tra
151 giorni
G
GP del Belgio
26 ago
Prossimo evento tra
179 giorni
02 set
Prossimo evento tra
186 giorni
09 set
Prossimo evento tra
193 giorni
G
GP della Russia
23 set
Prossimo evento tra
207 giorni
G
GP di Singapore
30 set
Prossimo evento tra
214 giorni
G
GP del Giappone
07 ott
Prossimo evento tra
221 giorni
G
GP degli Stati Uniti
21 ott
Prossimo evento tra
235 giorni
G
GP del Messico
28 ott
Prossimo evento tra
242 giorni
G
GP dell'Arabia Saudita
03 dic
Prossimo evento tra
278 giorni
G
GP di Abu Dhabi
12 dic
Prossimo evento tra
287 giorni

Corona Camp, Marko ritratta: "Non mando i ragazzi in guerra"

Il consigliere di Red Bull Motorsport ha detto di essere stato frainteso e che non aveva intenzione di contagiare nessuno deliberatamente, ma che guardava le cose in prospettiva essendo lui stesso guarito dal Coronavirus.

condividi
commenti
Corona Camp, Marko ritratta: "Non mando i ragazzi in guerra"

Dopo aver sconvolto il mondo per le sue dichiarazioni completamente prive di sensibilità ed insensate in un momento difficile come questo, Helmut Marko ha provato a rientrare nei ranghi.

Appena un paio di giorni fa, il consigliere di Red Bull Motorsport aveva detto senza mezzi termini che sarebbe stato meglio se i suoi piloti fossero stati contagiati dal Coronavirus, per essere in forma quando finalmente si potrà tornare in pista, ipotizzando addirittura un "campo" per questo scopo.

"Abbiamo quattro piloti di Formula 1 e otto o dieci conduttori junior. La mia idea era quella di organizzare un Camp in cui avremmo potuto riempire questo tempo morto con un lavoro di preparazione mentale e fisica. E quello sarebbe stato il momento ideale per fargli prendere il virus" aveva detto Marko ad ORF.

Leggi anche:

Dopo aver ricevuto una più che meritata pioggia di critiche, il manager austriaco ha provato a ritornare sui suoi passi, provando a ritrattare le sue affermazioni.

"Non intendevo infettare nessuno deliberatamente. Questo è quello che sembrava dopo un lavoro di copia e incolla. Mi sembra chiaro che non mando volontariamente i miei ragazzi in guerra" ha detto Marko a F1-insider.com, provando a difendersi.

"Ovviamente bisogna fare attenzione in tempi di pandemia, ma bisogna anche essere in grado di vedere le cose in prospettiva. Ho avuto il virus a febbraio. Se le persone della mia età possono sopravvivere, i giovani atleti dovrebbero avere meno paura delle conseguenze".

"Questa era l'unica ragione cui volevamo organizzare il campo. Ma la contaminazione deliberata non è mai stata un problema" ha concluso.

Ferrari PAS variabile: il vantaggio è aerodinamico?

Articolo precedente

Ferrari PAS variabile: il vantaggio è aerodinamico?

Articolo successivo

Silverstone entro fine aprile deciderà le sorti del GP di F1

Silverstone entro fine aprile deciderà le sorti del GP di F1
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Team Red Bull Racing
Autore Matteo Nugnes