Leclerc: "Fuori dalla Q3 per un cambio gomme troppo in anticipo"

Il monegasco della Ferrari si è scusato per un team radio troppo diretto dopo l'eliminazione dalla Q2 a Spa, ma ha anche sottolineato come l'ultimo cambio gomme sia stato fatto troppo in anticipo, a suo avviso.

Leclerc: "Fuori dalla Q3 per un cambio gomme troppo in anticipo"

Se le due sssioni di prove libere svolte ieri a Spa-Francorchamps, sede del Gran Premio del Belgio 2021 di Formula 1, si erano rivelate interlocutorie, oggi le Qualifiche hanno dato una fotografia più chiara riguardo la competitività delle Ferrari.

Entrambe le SF21, quelle di Charles Leclerc e Carlos Sainz Jr, sono state eliminate al termine del Q2. Questo ha costretto i due piloti della Rossa a finire anzitempo le Qualifiche e li porterà a partire oltre le prime 5 file dello schieramento.

Carlos Sainz ha commesso un errore nel suo ultimo tentativo con gomme intermedie, per questo ha abortito il giro con la certezza di non avere speranze di passare in Q3. Leclerc, invece, si è migliorato leggermente nel suo ultimo giro lanciato, ma non a sufficienza.

Nel giro di rientro, Leclerc è stato autore di un team radio chiaro nei confronti del suo team: "Ragazzi, dobbiamo parlare...". Poche parole, frutto di frustrazione di chi pensava di poter piazzare la propria monoposto in Q3 e, invece, si è visto eliminare proprio nel corso degli ultimi secondi della sessione.

Al termine delle Qualifiche, Leclerc ha spiegato perché fosse così frustrato, scusandosi anche con la propria squadra. Dopo aver fatto questo, ha anche spiegato di ritenere - a posteriori - errata la scelta di aver messo l'ultimo set nuovo di gomme intermedie così in anticipo rispetto ai rivali. Anche questo, in fin dei conti, si è rivelato un aspetto decisivo nel risultato odierno delle Ferrari.

"A fine sessione avevo un po' troppa adrenalina addosso, ho esagerato con le parole, però pensavo potessimo passare in Q3, soprattutto dopo il lavoro fatto dalla squadra nelle Libere 3. Avevamo fatto una fatica enorme, ma eravamo più competitivi. Non abbiamo fatto nessun miracolo, ma penso che avremmo potuto farcela. Ci mancava passo. Non sappiamo ancora la motivazione. Non avevamo il passo per lottare per la Top 5. Ma penso proprio che avessimo il potenziale per entrare nella Top 10.".

"Forse in Q2 abbiamo cambiato le Intermedie prima del previsto, prima degli altri, e quello ci ha penalizzato. Ho visto poi ai box che stava arrivando la pioggia forte dai radar ed è per quello che abbiamo messo le intermedie un po' prima del previsto. E' facile parlare dopo, ma forse le abbiamo messere troppo presto e non ha pagato. Era difficile".

Il team del Cavallino Rampante ha lavorato molto sugli assetti nel corso dell'ultima sessione di libere svolta questa mattina. Nelle Qualifiche questo lavoro non ha pagato, perché sembra che le SF21 fossero tarate per la pista asciutta. Però Leclerc pensa che domani possa essere una risorsa in caso di condizioni meteo miste.

"Domani se la pista è asciutta ci può aiutare dopo il lavoro fatto oggi. Sarà una gara molto difficile. Le condizioni saranno quelle che ci sono spesso qui, con asciutto e bagnato che si alternano. Speriamo solo di essere più fortunati rispetto alla prima parte di stagione e avere una bella gara domani".

Leclerc ha anche voluto esprimere la propria gioia nel veder uscire Norris dalla propria vettura dopo il terribile incidente che lo ha visto protagonista all'inizio della Q3, all'Eau Rouge. Senza dimenticare di sottolineare i cambiamenti previsti per la prossima stagione sul tracciato di Spa, che nel corso degli ultimi anni ha presentato situazioni molto pericolose e, purtroppo, addirittura mortali come 2 anni fa, quando a perdere la vita fu Anthoine Hubert.

"L'incidente di Lando è stato davvero spaventoso. Mi sono spaventato io a vederlo, così come tutti quanti. Un incidete nello stesso posto in cui ho perso un amico due anni fa. E' stato davvero bello vedere Lando uscire autonomamente dalla propria monoposto. Ma, per quanto riguarda il tracciato, sappiamo che c'è qualcosa che dovrà essere modificato. E i cambiamenti sono previsti per la prossima stagione, credo. Ed è bello sapere che sia così. Sono davvero felice che non sia successo niente a Lando".

"Io credo che uno dei grossi problemi sia legato al fatto che le monoposto vadano a sbattere vicinissime al tracciato e che poi queste rientrino in pista. E' ciò che sarà cambiato nella pista a partire dal prossimo anno, con le modifiche previste. E' la cosa giusta da fare", ha concluso Leclerc.

condividi
commenti
F1: Verstappen in pole a Spa. Eroico Russell secondo, sbatte Norris

Articolo precedente

F1: Verstappen in pole a Spa. Eroico Russell secondo, sbatte Norris

Articolo successivo

Russell, secondo e incredulo: "Non avevo nulla da perdere"

Russell, secondo e incredulo: "Non avevo nulla da perdere"
Carica i commenti