Lopez: "Un pagamento base per le squadre piccole"

Il team principal della Lotus spiega che la CVC ed Ecclestone stanno vagliando questa possibilità

Lopez:

Anche se le squadre più blasonate non sembrano volerci sentire da quell'orecchio, qualcosa inizia a muoversi nel paddock per cercare di venire incontro alle esigenze dei team più piccoli, visto che anche Lotus, Force India e Sauber si ritrovano a dover fronteggiare una situazione difficile dal punto di vista finanziario, dopo che Caterham e Marussia sono già finite in amministrazione controllata, dovendo rinunciare alle gare di Austin ed Interlagos.

In Texas si è parlato molto di questo argomento e Gerard Lopez, grande boss della Genii Capital, la società che detiene il pacchetto di maggioranza della Lotus, ha rivelato che l'idea di base sviluppata dalla CVC è che ci possa essere un pagamento base per le squadre più piccole, a prescindere dal piazzamento nella classifica iridata (ad oggi, infatti, gli introiti sono proporzionali ai risultati ottenuti nella stagione precedente).

"Penso che ci sia un modo per risolvere questa situazione e che una prima proposta possa arrivare in Brasile. In ogni caso credo che non si tratterà di nulla di drastico. So che la CVC e Bernie si stanno concentrando su questo tema e l'intenzione sarebbe quella di garantire un pagamento base alle squadre più piccole: questo consentirebbe di lavorare avendo maggiori garanzie di bilancio" ha detto Lopez.

"Noi in questa stagione abbiamo faticato davvero tanto, ma negli Stati Uniti siamo riusciti a piazzarci davanti ad una McLarne e ad una Ferrari. Questo dimostra che non servono necessariamente dei budget di 400 milioni per competere in Formula 1. Non è una questione difficile da risolvere, richiede solo un po' di buona volontà da parte di tutti. L'importo di cui stiamo parlando poi non è massiccio" ha aggiunto.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie