Bottas: "Avevo promesso al team che sarei andato a podio"

Il finlandese ha sfruttato al meglio la partenza con gomme hard e, complice la penalità inflitta a Perez, è riuscito a rimontare dall'ultima posizione per conquistare il terzo gradino del podio.

Bottas: "Avevo promesso al team che sarei andato a podio"

Da ultimo a terzo, complice anche la penalità di 5 secondi inflitta a Sergio Perez. Per Valtteri Bottas il Gran Premio di Monza si è concluso con un podio inatteso frutto di una gara condotta tutta all’attacco, ma anche del clamoroso incidente avvenuto tra Lewis Hamilton e Max Verstappen che ha improvvisamente rivoluzionato la corsa.

Il finlandese ha sfruttato al massimo la strategia studiata dal team che l’ha visto partire con Pirelli hard per poi passare alle medie, anche se nelle battute finali non è mai riuscito a trovare lo spunto necessario per avere la meglio su Perez.

In una sola occasione Valtteri era riuscito a mettere il muso della sua Mercedes davanti a quello della Red Bull, con un sorpasso di forza all’esterno della Roggia, ma poi il messicano ha sfruttato la miglior traiettoria per riprendersi la posizione grazie ad una trazione superiore.

Una volta constatata l’impossibilità di superare Perez, Bottas ha preferito attendere gli eventi avvisato via radio dal team della penalità inflitta al pilota della Red Bull numero 11.

“Partire da così dietro non è mai semplice, ma avevo promesso al team che sarei andato a podio e ci sono riuscito”. Queste le prime parole pronunciate da un Bottas soddisfatto al termine della gara.

Il piazzamento a podio, e la contestuale retrocessione in quinta piazza di Perez, ha consentito alla Mercedes di incrementare il vantaggio sulla Red Bull in classifica Costruttori dove adesso il margine del team campione in carica è di 18 punti.

“Sono contento di aver portato a casa più punti della Red Bull e penso che non avrei potuto fare più di così considerando da dove partivo. Abbiamo perso dei punti a causa dell’incidente tra Lewis e Max, ma da parte mia è andata bene”.

Valtteri non si è poi sbilanciato sull’episodio che ha caratterizzato il GP, il contatto tra Hamilton e Verstappen alla prima variante. Il finlandese ha usato parole diplomatiche per l’occasione evitando di alimentare il fuoco delle polemiche.

“Non so cosa dire. È stato un episodio sfortunato. Servirà del tempo per analizzare bene quanto accaduto e sono certo che se ne parlerà a lungo”.

Chiusa la trasferta di Monza, per Bottas arriva adesso uno dei circuiti dove ha sempre fornito prestazioni al vertice: Sochi. Sul tracciato russo il pilota della Mercedes potrà essere l’arma in più per il team di Toto Wolff per consentire a Lewis Hamilton di tenere a bada Max Verstappen.

“Credo che sia stato un weekend decisamente buono per me, il passo era solido. Pensiamo già al prossimo weekend. Non vediamo l’ora di ripartire”.

condividi
commenti
Lap Chart GP d'Italia 2021: Ricciardo, dominatore di Monza

Articolo precedente

Lap Chart GP d'Italia 2021: Ricciardo, dominatore di Monza

Articolo successivo

Hamilton: "La penalità di Max? Un precedente importante"

Hamilton: "La penalità di Max? Un precedente importante"
Carica i commenti