Alonso durissimo con Masi: "Ci serve un arbitro, ma non c'è"

Fernando Alonso ha usato parole durissime nei confronti di Michael Masi, reo di non aver mai regolato bene le fasi di traffico in qualifica create da giri di lancio troppo lenti, che spesso hanno generato traffico e rovinato diversi giri veloci nel corso della stagione.

Alonso durissimo con Masi: "Ci serve un arbitro, ma non c'è"

Fernando Alonso è furente. Al termine delle Qualifiche del Gran Premio di Abu Dhabi, ultimo appuntamento del Mondiale 2021 di Formula 1, il pilota del team Alpine ha puntato il dito contro i piloti che in Q2 hanno creato traffico nel loro giro di lancio, andando a danneggiare chi invece era impegnato nel giro veloce.

Non solo, perché l'asturiano ha usato parole pesantissime nei confronti del direttore di gara della Formula 1, Michael Masi, ancora una volta nell'occhio del ciclone dopo i fatti di Jeddah della scorsa settimana.

"Purtroppo non abbiamo nessuno che vigili sul traffico", ha dichiarato al termine della Q3 il pilota dell'Alpine, il quale è stato eliminato in Q2. "Il direttore di gara è troppo morbido e lascia i piloti giocare nei giri di lancio o di uscita. Cose del genere creano sempre casino e se tutto rimarrà così, resterà sempre un casino".

"Abbiamo bisogno di un arbitro che ci protegga, e al momento non l'abbiamo. Quindi è un male. La questione è che dovremmo essere un po' più allineato con le cose che sono giuste e quelle che sono sbagliate. Dovrebbe essere tutto più bianco o più nero. Anche le penalità: devono essere più chiare. O sono penalità, o non lo sono. In certe decisioni bisognerebbe essere più duri".

"Nel calcio quando qualcuno fa ostruzione ci sono delle penalità, cartellino giallo o rosso. E qui succede uguale, ci sono ostruzioni ma nessuno fa niente. Ecco perché continuiamo a ripetere le stesse cose".

Fernando Alonso, Alpine A521, Charles Leclerc, Ferrari SF21, Esteban Ocon, Alpine A521, Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21

Fernando Alonso, Alpine A521, Charles Leclerc, Ferrari SF21, Esteban Ocon, Alpine A521, Carlos Sainz Jr., Ferrari SF21

Photo by: Mark Sutton / Motorsport Images

Alonso ha puntato il dito contro Daniel Ricciardo e la McLaren. Secondo l'asturiano sarebbero stati loro a creare il grande traffico nell'ultimo tentativo della Q2, in cui poi tanti piloti non sono riusciti ad avere un giro pulito proprio a causa di un giro di lancio troppo lento che ha creato traffico.

"Sui problemi di traffico di oggi il problema è stato causato dalla McLaren. Non so se sia stata la squadra, il pilota o da altro. Però nel giro d'uscita è necessario spostarsi quando c'è una macchina impegnata nel suo giro veloce che sta arrivando, ma Ricciardo non si è mosso".

"In Austria Vettel ha preso tre posizioni di penalità in griglia, quindi mi aspetto tre posizioni minimo anche per lui o di più. vediamo dove partirò domani. Secondo me partirò nono, vediamo".

"Il fatto è che anche noi nel giro di lancio andiamo lenti, ma la nostra squadra ci avverte quando arrivano monoposto veloci e ci spostiamo. Per questo non sono mai stato penalizzato per impeding per tutta la stagione. Chi non fa questo dovrebbe essere messo sotto indagine e penalizzato. Le cose sono molto peggio rispetto a quanto non fossero nel 2018. Non ci sono regole a riguardo, non per il giro d'uscita. Non ci sono tempi minimi da rispettare".

"Nel giro d'uscita ci sono un sacco di movimenti strani. Mi sono lamentato già nel primo terzo di campionato. Poi ho cambiato atteggiamento e facevo anche io le stesse cose. Ora non ci sono più gare per poter ostacolare qualcuno. Ma non è mia intenzione farlo".

"Nessuno vuole trovarsi nel bel mezzo della pista mentre un pilota che arriva alle spalle è nel suo giro veloce, perché poi si dovrebbe andare dai commissari e avere una penalità di tre posizioni. Credo sia ciò che accadrà oggi", ha concluso il pilota dell'Alpine.

condividi
commenti
Verstappen super, ma quella di Hamilton non è la solita Mercedes
Articolo precedente

Verstappen super, ma quella di Hamilton non è la solita Mercedes

Articolo successivo

F1 | Brawn e Symonds lasceranno i loro ruoli nel 2022

F1 | Brawn e Symonds lasceranno i loro ruoli nel 2022
Carica i commenti