Adriatico, PS10: Scandola vuole blindare il risultato

Adriatico, PS10: Scandola vuole blindare il risultato

Il veneto centra l'ottava specaile, mentre si cristallizzano le posizioni in classifica con Chardonnet a 24"

Umberto Scandola non vuole concedersi pause: il veronese preferisce mantenere alta la concentrazione e firma anche l'ottava speciale vinta (su dieci disputate) con la Skoda Fabia S2000 nella 22esima edizione del Rally dell'Adriatico. Si accontenta di rubare un secondo al francese Sebastien Chardonnet che cede un po' alla volta, ma non commette mai errori tali da compromettere il buon risultato costruito con la sua Ford Fiesta R5.

Il transalpino ha avuto l'autorevolezza di mettersi fin da subito in lizza con i nostri mostri sacri: Giandomenico Basso, dopo essersi tolto la soddisfazione di aggiudicarsi la PS9, si è rimesso al riparo dalle sorprese e gestisce il terzo posto a 40 secondi dalla vetta, mentre Paolo Andreucci è fuori dal podio con la Peugeot 208 T16 che lo ha relegato oltre il minuto dopo aver fatto le bizze con il motore.

I protagonisti del Trofeo Terra fanno gara a parte: anche qui non c'è più grande battaglia con Mauro Trentin che difende la leadership con la Peugeot 207 S2000 davanti a Gigi Ricci su Ford Fiesta R5. Solo Giacomo Costenaro con l'altra 207 S2000 si deve guardare dal ritorno del finlandese Teemu Suninen con con la Skoda Fabia S2000.

Dai dieci è uscito di scena Giovanni Manfrinato con la Mitsubishi che ha anche pagato 50 secondi ad un controllo, facendo posto al nono posto ad Alessandro Taddei con la Lancer EVO IX e al decimo a Giuseppe Dettori con la Skoda Fabia S2000. Alla fine della tappa manca solo una speciale...

CIR/TRT, Rally Adriatico, 02/05/2015
Classifica dopo la PS10 (primi dieci)
1. Scandola/D'Amore - Skoda Fabia S2000 – 1.13'35"3
2. Chardonnet/De La Haye - Ford Fiesta R5 - +24"0
3. Basso/Granai - Ford Fiesta R5 LDI - +42"6
4. Andreucci/Andreussi - Peugeot 208 T16 - +1’00"9
5. Trentin/De Marco - Peugeot 207 S2000 - +2’07"8
6. Ricci/Pfister – Ford Fiesta R5 – +2’30”0
7. Costenaro/Bardini - Peugeot 207 S2000 - +3’01"7
8. Suninen/Markkula - Skoda Fabia S2000 - +3’14”6
9. Taddei/Marchiori - Mitsubishi Lancer Evo IX - +4’12”0
10. Dettori/Pisano – Skoda Fabia S2000 – +4’49”3

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati CIR
Piloti Giandomenico Basso , Sébastien Chardonnet , Umberto Scandola
Articolo di tipo Ultime notizie