Suzuka, Gara 1: López da record, è Campione!

Suzuka, Gara 1: López da record, è Campione!

Altra vittoria per Pechito che succede a Fangio nell'albo d'oro argentino. Muller si ritira. Sul podio Chilton e Loeb.

Il Sol Levante illumina José María López Campione del Mondo WTCC per il 2014, al suo debutto nella massima serie Turismo.

"Correremo la nostra gara, poi vedremo quel che succederà. Se sarà nella volontà di Dio, allora..." Queste le parole pronunciate dall'argentino dopo le Qualifiche di ieri. In Gara 1 a Suzuka "Pechito" ha corso perfettamente, scappando via allo spegnimento dei semafori e conducendo indisturbato per gli 11 giri previsti. Il pilota Citroën riporta un Mondiale nel suo paese dopo ben 57 anni (l'ultimo arrivò nel 1957 grazie al mitico Juan Manuel Fangio), ringraziando anche la foratura che ha fermato al giro 7 la C-Elysée di Yvan Muller, il quale cede lo scettro ad un degno successore.

Parlando della gara, non ci sono state grandi emozioni, con Tom Chilton (Roal Motorsport) che regala un bel secondo posto alla Chevrolet, battendo l'altra C-Elysée di Sébastien Loeb.

Quarto Norbert Michelisz (Zengo Motorsport), migliore dei piloti Honda, seguito da Hugo Valente (Cruze-Campos),  Gabriele Tarquini (Civic-Castrol) e Tom Coronel (Cruze-Roal).

In Top10 anche Dušan Borković (Cruze-Campos), Tiago Monteiro (Civic-Castrol) e Gianni Morbidelli (Münnich Motorsport), mentre non riescono ad andare a punti le tre Lada Granta.

In Classe TC2T altra vittoria del solito Franz Engstler (BMW 320TC), seguito dalle Seat León di John Filippi ed Henry Kwong.

Ritirati, oltre a Muller, René Münnich e Filipe De Souza.

IL FILM DELLA GARA - Come detto, scarse emozioni in questo primo round di Suzuka. Al via López scatta molto bene, così come Chilton e Valente, che superano Loeb. Morbidelli perde quattro posizioni, Engstler è già al comando della TC2T. Muller mantiene la seconda piazza e si attacca subito a "Pechito"; la coppia rifila 2" agli inseguitori, mentre Chilton va largo alla 130R e apre la porta a Valente.

Al 2° giro c'è il ritiro di De Souza. Davanti si crea un gruppetto agguerrito per la conquista dell'ultimo gradino del podio. Valente deve stringere i denti sugli attacchi di Chilton e Loeb, con López che sigla due giri record di fila e stacca Muller.

Al giro 6 Loeb prova l'attacco a Chilton al tornantino, ma la traiettoria esterna non l'aiuta. Dietro al loro Tarquini pressa Michelisz, ma rischia tantissimo quando va largo in uscita dalla curva 8.

Muller accumula 3" di ritardo da Pechito, ma la spiegazione si manifesta al 7° giro, quando il francese rallenta vistosamente per l'afflosciamento della posteriore sinistra. Il suo ritiro consegna, di fatto, il Mondiale al compagno di squadra.

Nulla accade fino alla penultima tornata, quando Chilton riesce a sorpassare Valente con un bell'incrocio di traiettoria alla "Spoon"; il pilota della Campos offre la scia anche a Loeb, che lo passa alla 130R. Valente viene affiancato pure da Michelisz, ma lo tocca e l'ungherese taglia la chicane del "triangolo". Anche Tarquini vorrebbe guadagnare una posizione, ma la sua Civic non riesce a vincere il duello in velocità e si deve accodare alla Cruze bianco-gialla.

Ultimo giro, Borković sale ottavo mettendosi alle spalle Monteiro, ma i riflettori sono puntati su López, che taglia vittorioso il traguardo e viene accolto in pit-lane dai tecnici Citroën vestiti con la maglia dell'argentina con il suo nome sulle spalle.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Evento Suzuka
Circuito Suzuka
Piloti Sébastien Loeb , Tom Chilton
Articolo di tipo Ultime notizie