Loeb fa il bis in Slovacchia, altra tripletta Citroën

Loeb fa il bis in Slovacchia, altra tripletta Citroën

L'ex rallista vince dopo il trionfo del 2014 precedendo López e Muller. Tarquini si arrende ed è 4° davanti a Valente.

Gara 2 del WTCC allo Slovakia Ring ha visto il bis di Sébastien Loeb, ad un anno dal trionfo conquistato sotto l'incredibile pioggia che caratterizzò l'edizione 2014 della gara slovacca. Il francese torna alla vittoria in questa stagione, dopo quella ottenuta nella prima gara del 2015 in Argentina.

L'ex rallista ha preceduto i compagni di squadra José María López e Yvan Muller, con la Citroën che festeggia dunque la seconda tripletta di giornata dopo quella ottenuta in Gara 1.

Gabriele Tarquini (Honda Civic-Castrol) non ha potuto fare nulla contro lo strapotere delle C-Elysée e si è dovuto accontentare del quarto posto, seguito da Hugo Valente (Campos Racing), ancora migliore delle Chevrolet RML Cruze e vincitore nel Trofeo Yokohama.

Sesta la Vesta di Jaap Van Lagen, che scattava dalla Pole ma ha perso posizioni all'inizio, mentre le altre due Lada di Rob Huff e Nick Catsburg si sono dovute ritirare. Ottavo Mehdi Bennani (C-Elysée - SLR), la Top10 è completata dal trenino formato da Norbert Michelisz (Civic-Zengő Motorsport), Tiago Monteiro (Civic-Castrol) e Tom Coronel (Cruze-Roal), mentre undicesimo termina Néstor Girolami (Honda Racing Team Sweden), il quale precede Stefano D'Aste (Cruze-Munnich Motorsport).

Dietro al genovese troviamo Grégoire Demoustier (Cruze Craft-Bamboo) e le Cruze-Campos di John Filippi e Mat'o Homola. Altra gara da dimenticare per Ma Qing Hua (Citroën), nuovamente colto in fallo al via e poi ritiratosi. Fuori anche Tom Chilton (Cruze-Roal).

IL FILM DELLA GARA

Al via Van Lagen non ha un buono spunto e sprofonda subito al sesto posto, mentre Tarquini prende il comando seguito dalle Citroën di Loeb, López e Muller, che nel giro di poche curve hanno recuperato da metà schieramento. Ancora una volta Ma Qing Hua fa confusione nella procedura di partenza; il cinese si muove prima, poi resta bloccato e viene evitato per miracolo da Girolami, che è bravo a controllare la propria Honda sull'erba.

Loeb comincia subito il pressing su Tarquini, mentre Monteiro supera Coronel ed è 14°, poi fa lo stesso anche con D'Aste (che si vede sfilato da Ma). Catsburg e Bennani risalgono all'8° e 9° posto passando Chilton. Al terzo giro Tarquini si arrende a Loeb alla curva 2; l'abruzzese resiste un'altra tornata, poi alza bandiera bianca anche con López e Muller, sempre nelle prime varianti dopo il traguardo.

A partire dal giro 5 inizia una bellissima battaglia fra Michelisz e Monteiro per le ultime posizioni della zona punti, con Ma che si inserisce, ma poi deve rientrare ai box per scontare il Drive Through comminatogli per falsa partenza. Il cinese si ritira definitivamente.

Muller comincia a farsi vedere da López, il quale mantiene i nervi saldi, mentre Loeb scappa via e guadagna 4" sui compagni di squadra. Intanto Monteiro rischia la frittata con Michelisz, colpendolo in frenata nel posteriore; i due continuano dopo una escursione fuori pista, ma vengono avvicinati da Coronel e Girolami.

Problemi per le Lada di Catsburg e Huff, che al giro 9 rientrano ai box e si ritirano. Va fuori anche Chilton all'ultima curva (probabile foratura all'anteriore sinistra); il britannico parcheggia nella ghiaia la sua Cruze e la gara finisce in regime di bandiere gialle in quel punto, vanificando i tentativi di sorpasso dei gruppetti in lotta.

Giri finali con scintille fra Michelisz-Monteiro-Coronel-Girolami e Demoustier-Filippi-Homola. Loeb taglia il traguardo in solitaria, altra tripletta di C-Elysée a monopolizzare il podio.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Evento Slovakia
Circuito Slovakia Ring
Piloti Sébastien Loeb , Yvan Muller , Hugo Valente
Articolo di tipo Ultime notizie