Neve: "Abbiamo comprato dei dati telemetrici"

Il responsabile Chevrolet racconta come sono state costruite le simulazioni della Cruze sullo Slovakia Ring

Neve:
Lo Slovakia Ring è una pista del tutto nuova per il WTCC. È una pista difficile di 5922 metri che abbina le caratteristiche di Brno a quelle di Valencia, con un andamento veloce ma anche con curve lente a raggio variabile. Non la conosce nessuno, perché a livello internazionale si è disputata solo una gara di GT3. A differenza del tracciato spagnolo, che sulla carta doveva essere favorevole alle vetture a trazione posteriori, la pista di Bratislava dovrebbe essere adatta alle trazioni avanti come la nostra Cruze 1.6 Turbo. RACCOLTO DATI TELEMETRICI Il divieto assoluto di effettuare dei test ci ha costretto a raccogliere dei dati per definire un assetto di base, senza accontentarci dei filmati di camera car disponibili. Non voglio nascondere che abbiamo comprato dei dati telemetrici di un team di Formula Renault 2000 che ha già corso qui e abbiamo comparato quelle informazioni con quelle di una pista che anche noi conoscevamo. E così siamo riusciti a fare una correlazione dei dati che ci ha permesso di costruire una simulazione sul comportamento della Cruze 1.6 Turbo. PIU' PRONTI DI ALTRI Penso che la squadra abbiamo fatto un buon lavoro di preparazione a questo appuntamento: mi sbilancerei nel dire che dovremmo arrivare al circuito posto alle porte di Bratislavia forse con più indicazioni utili rispetto agli altri team. 24 ORE DI BRUNTINGTHORPE Questa è una fase molto calda della stagione: abbiamo svolto 1500 km di test in Gran Bretagna per verificare una piccola modifica alla trasmissione dopo i problemi che ha avuto McDowell a Marrakech. Abbiamo girato a Bruntingthorpe, un piccolo tracciato vicino allo stabilimento RML, per controllare la resistenza di alcuni componenti soggetti a continue sollecitazioni. I tre piloti si sono alternati alla guida uno al giorno per verificare la durata della trasmissione e la squadra ha simpaticamente soprannominato il test la... 24 Ore di Bruntingthorpe!. DIRETTAMENTE DA MARRAKECH Gli amici di OmniCorse.it devono sapere che le macchine sono arrivate allo Slovakia Ring direttamente da Marrakech, senza rientrare alla sede della nostra base tecnica in Gran Bretagna, alla RML. Non solo, ma erano già state spedite in Marocco via nave da Valencia. Se a tutto questo aggiungete che la prossima settimana correremo all'Hungaroring, emerge in modo inequivocabile quanto sia complicata la gestione logistica di questa stagione per un team. I mezzi, infatti, restano fuori sede per altri 44 giorni. CALENDARIO MOLTO RISTRETTO C'è un altro aspetto da mettere in rilievo: il campionato è partito a Monza da meno di due mesi e fra una settimana avremo già disputato cinque appuntamenti e ne resteranno solo altri sette nel calendario. Isaac Tutumlu, per esempio, non sarà al via di questo week end perché la sua Bmw non è stata riparabile in tempo dopo l'incidente di Marrakech e non è detto che arrivi pronta anche per Budapest. PILOTI LIBERI DA TATTICHE La Chevrolet arriva in Slovacchia con i suoi tre piloti ufficiali nelle prime posizioni della classifica assoluta. Non me la sento di imporre delle posizioni a tavolino e lascerò i conduttori liberi di fare la loro gara, ma ad una condizione: che non si vedano contatti fra Cruze come era accaduto a Monza, perché l'interesse della Casa viene prima di quello dei piloti. Non voglio perdere punti preziosi per la strada. LA PISTA HA VIE DI FUGA A Bratislava, comunque, ci sono le vie di fuga intorno alla pista e non si corrono gli stessi rischi che a Marrakech dove i muretti erano ai bordi dell'asfalto e si rischiava di pagare molto salato ogni errore. E, sappiate che in ogni caso, abbiamo una quarta Cruze pronta, ma mi auguro davvero che non ce ne sia alcun bisogno! ROB PUO' RISCHIARE DI PIU' Yvan Muller ha 130 punti, con Alain Menu a 24 punti, mentre Robert Huff è più staccato. L'inglese se vuole rientrare nella partita del titolo deve sfruttare l'appuntamento in Slovacchia: questa credo sia una pista adatta a Rob, non fosse altro perché dei tre piloti è quello che ha meno da perdere rischiando qualcosa in più dei due compagni di squadra. TANTO PUBBLICO DELL'EST Il mondiale turismo gode di una popolarità crescente nei paesi dell’Europa Centrale come abbiamo visto negli ultimi anni a Brno e Budapest. Attendiamo molti spettatori sabato e domenica, non solo dalla Slovacchia, ma anche dai paesi vicini, visto che la gara di Bratislava anticipa quella di Budapest di una settimana: gli appassionati ungheresi potranno godersi il WTCC due volte di fila. OCCHIO A SEAT E FORD Sono mercati dove Chevrolet è molto popolare, quindi attendiamo molti concessionari, amici e clienti che ci sosterranno con il loro tifo e noi speriamo di ricompensarli con un grande risultato, ma occhio alla Seat e alla Ford che sta crescendo molto in fretta dopo un debutto incerto...

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Piloti Yvan Muller , Rob Huff , Alain Menu
Articolo di tipo Ultime notizie