Muller: "Corro la 24 Ore di Le Mans in bicicletta!"

L'alsaziano che è leader del mondiale piloti con la Chevrolet Cruze quest'estate non si ferma...

Muller:
Sono appena rientrato dal Brasile e la trasferta di Curitiba non ha sostanzialmente modificato l’andamento del campionato mondiale turismo. Stiamo iniziando il periodo delle vacanze, ma il WTCC è già arrivato a due terzi della stagione: sono già otto gli appuntamenti disputati e ne restano altri quattro in calendario. Si tratta di gare che si disputeranno da fine settembre in avanti e nessuna sarà in programma in Europa. LA SETTIMA VITTORIA A CURITIBA In Sud America ho conquistato la settima vittoria della stagione, dopo aver firmato la terza pole dell’anno, mentre Rob Huff e Alain Menu, che sono i miei compagni di squadra nel team ufficiale Chevrolet, finora hanno collezionato tre successi a testa. Analizzando queste cifre dovrebbe emergere una mia supremazia in classifica evidente e, invece, devo affrontare l’ultima parte della stagione con un bottino di soli 17 punti di vantaggio su Rob Huff. Basta un errore o una toccata per rimettere in gioco una stagione 2012 che mi vede in testa alla graduatoria piloti dalla prima gara di Monza. VOGLIO IL QUARTO TITOLO MONDIALE Sono molto motivato nel volere assolutamente il quarto titolo iridato nel WTCC, che sarebbe il terzo di seguito con la Chevrolet. Sarebbe il modo migliore per chiudere una collaborazione meravigliosa con la Casa del cravattino che ha già annunciato il ritiro dal mondiale turismo alla fine del campionato. Al momento non voglio pensare al futuro, ma voglio concentrare tutti gli sforzi a conseguire un risultato nel quale credo molto. Ho perso molti punti per i problemi delle gomme Yokohama al Salzburgring e per lo stop and go che mi è stato comminato in Slovacchia, altrimenti la situazione sarebbe molto più definita. UNA SFIDA TUTTA CHEVROLET La battaglia per il titolo sarà combattuta tutta in casa Chevrolet: temo di più Rob, non solo perché l’inglese è l’avversario più vicino in graduatoria, ma anche perché è più veloce e costante di Alain. Attenzione con questo non voglio dire che lo svizzero si sia arreso: conosco bene Menu e so che cercherà di rientrare nella partita fintanto che la matematica non lo dovrà far recedere. IL FUTURO? TURISMO O GT Solo quando avrò chiuso la questione iridata mi guarderò intorno per decidere cosa vorrò fare da grande. Non mi voglio agitare: valuterò le proposte, se ci saranno. Altrimenti me ne resterò a casa. Vorrei essere attratto da un programma che mi faccia vibrare: non obbligatoriamente nel WTCC, purché a ruote coperte. Turismo o Gt non fa differenza. Non mi dispiace nemmeno l’idea del V8 australiano… FARO’ LA 24 ORE DI LE MANS IN… BICI! Intanto vi anticipo che parteciperò alla 24 Ore di Le Mans in… bicicletta che si disputerà il 25 agosto! Ho aderito all’edizione delle scorso anno e ho deciso di tornarci di nuovo: la sfida sarà molto impegnativa perché le squadre possono essere composte fino ad un massimo di otto corridori, mentre io l’affronterò solo con un amico. Staremo in sella dodici ore! A dire il vero non sarà l’unico progetto strano del 2012: a dicembre vorrei essere in lizza alla Trans Martinique, la maratona di 133 km che si disputa ai Caraibi con un dislivello di oltre 5 mila metri. Vi racconterò…

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WTCC
Evento Curitiba
Circuito Autodromo Internacional de Curitiba
Piloti Yvan Muller
Articolo di tipo Ultime notizie