Imola, Q1: pole provvisoria a sorpresa per Rea

Imola, Q1: pole provvisoria a sorpresa per Rea

La Honda vola con il nuovo sistema "ride by wire". Checa chiude secondo, Melandri quinto

La prima sessione di prove ufficiali del Mondiale Superbike andata in scena oggi pomeriggio ad Imola ha senza dubbio regalato un poleman a sorpresa: a mettere tutti in fila è stato infatti Jonathan Rea. Il pilota britannico, rientrato solo tre settimane fa al Nurburgring dopo il brutto infortunio rimediato a Misano, ha immediatamente rivitalizzato una Honda che ha vissuto una parte centrale di campionato veramente opaca. A migliorare le prestazioni della CBR1000RR è arrivato anche l'esordio del sistema "ride by wire". Johnny ha girato in 1'48"241, arrivando ad appena una manciata di millesimi dal best lap realizzato da Carlos Checa un anno fa e staccando di poco più di un decimo proprio la Ducati del leader della classifica iridata, che ha chiuso a 159 millesimi da lui. Si conferma competitiva anche la BMW di Leon Haslam, terzo dopo il secondo tempo di stamani. A stupire però è soprattutto il quarto tempo della Suzuki di Michel Fabrizio, nonostante un dritto alla curva 9 arrivato nei primi minuti della sessione. Scivola al quinto posto invece Marco Melandri: il pilota italiano ha migliorato il suo tempo di questa mattina, ma non tanto quanto hanno fatto tutti gli altri big e la sua Yamaha ha chiuso a sei decimi da Rea, precedendo di un soffio l'eroe del Nurburgring, ovvero Tom Sykes. Seguono poi le altre due Ducati di Sylvain Guintoli e Maxime Berger, con la prima delle Aprilia che è solamente in nona posizione con "Nitronori" Haga. Con l'assenza forzata di Max Biaggi le RSV4 sembrano veramente in difficoltà sul saliscendi imolese.

World Superbike - Imola - Qualifica 1

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Articolo di tipo Ultime notizie