Jerez, Day 2: Lowes guida la tripletta britannica

Jerez, Day 2: Lowes guida la tripletta britannica

Il pilota della Suzuki è il più veloce davanti a Sykes (Kawasaki) ed Haslam (Aprilia). Guintoli indietro con la Honda

Anche oggi i piloti del Mondiale Superbike arrivati a Jerez de la Frontera hanno dovuto attendere qualche ora prima di iniziare a lavorare con profitto. Nelle prime fasi della mattina, infatti, la pista era ancora bagnata a causa della pioggia caduta nel corso della notte.

Una volta che le condizioni sono migliorate, nel pomeriggio, è stato Alex Lowes a brillare. Il portacolori della Suzuki ha messo insieme ben 71 giri, il migliore dei quali in 1'40"730. Una performance che gli ha consentito di distanziare di poco più di un decimo la Kawasaki del vice-campione del mondo in carica Tom Sykes.

Molto interessante poi anche la prova di Leon Haslam, sulla cui Aprilia RSV4 del Team Red Devils oggi è stato montato il transponder. Con i suoi 76 giri il britannico è stato il più attivo di giornata ed ha chiuso a soli 12 millesimi da Sykes, risultando l'ultimo capace di scendere sotto al muro dell'1'41".

La schiera di quelli rimasti al di sopra di questa soglia è Jonathan Rea, che continua ad affinare il feeling con la sua Kawasaki ed ha preceduto l'altra Aprilia della Red Devils affidata al collaudatore Michel Fabrizio, autore di quasi 70 giri con un best di 1'41"384.

Sesta piazza per il campione del mondo in carica Sylvain Guintoli, che sfoggia il numero 1 sulla carena della sua Honda CBR1000RR. Nel box del Team Pata è stato tutto sommato buono anche il lavoro di Michael van der Mark, che ha chiuso con un gap di circa un secondo nei confronti del più esperto compagno di squadra.

Per ora fatica parecchio Randy De Puniet, ma è anche vero che questo è solamente il suo secondo giorno in sella alla GSX-R1000 in versione SBK. L'ex pilota di MotoGp però paga oltre 2" nei confronti del compagno di squadra, precedendo solamente la Kawasaki Supersport di Kenan Sofuoglu e le due Ducati in configurazione Stock 1000 di Raffaele De Rosa e Luca Salvadori.

Nella classifica mancano però le Ducati del Team Althea e quella del Barni Racing Team: tutte le 1199 Panigale infatti hanno girato senza montare il transponder, quindi le loro performance non sono state rilevate dall'autodromo.

WORLD SUPERBIKE, Jerez de la Frontera, 25/11/2014
Seconda giornata di test
1. Alex Lowes - Suzuki - 1'40"739
2. Tom Sykes - Kawasaki - 1'40"853
3. Leon Haslam - Aprilia - 1'40"865
4. Jonathan Rea - Kawasaki - 1'41"127
5. Michel Fabrizio - Aprilia - 1'41"384
6. Sylvain Guintoli - Honda - 1'41"639
7. Michael van der Mark - Honda - 1'42"651
8. Randy De Puniet - Suzuki - 1'42"938
9. Kenan Sofuoglu - Kawasaki (Supersport) - 1'43"730
10. Raffaele De Rosa - Ducati (Stock 1000) - 1'44"920
11. Luca Salvadori - Ducati (Stock 1000) - 1'45"985

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Tom Sykes , Leon Haslam , Alex Lowes
Articolo di tipo Ultime notizie