Biaggi: "Qui le bicilindriche hanno qualcosa in più"

Max comunque è soddisfatto del doppio secondo posto centrato a Phillip Island

Biaggi:
Max Biaggi e il Team Aprilia Alitalia hanno inziato da protagonisti il mondiale 2011 che li vedrà impegnati a difendere i due allori mondiali (Piloti e Costruttori) conquistati nel 2010. Sulla pista australiana di Phillip Island Max Biaggi, su Aprilia RSV4, ha conquistato il secondo posto sia in Gara 1 sia in Gara 2, sempre alle spalle di Carlos Checa che, confermando lo stato di grazia esibito per tutto il weekend, ha fatto due corse solitarie. Nella prima gara Max ha fatto lo stesso con i suoi inseguitori che ha sempre tenuto a distanza di sicurezza. Nella seconda gara, invece, una partenza non brillante ha costretto il cinque volte campione del mondo a inseguire. Settimo dopo poche curve, Biaggi ha iniziato una gran rimonta, impreziosita da un sorpasso capolavoro in esterna ai danni di Haslam, col quale era lotta per il terzo posto, al sesto giro. A partire dal nono giro Biaggi si è insediato al secondo posto passando Melandri, ma ha dovuto rintuzzare per tutta la gara gli attacchi del ravennate. I due hanno duellato scambiandosi spesso la posizione. Ma Biaggi, più del rivale, è sempre stato pronto nel rispondere rimettendosi sempre davanti e conquistando così un prezioso secondo posto. Sia in Gara 1 sia in Gara 2, Biaggi ha nobilitato la sua prestazione realizzando il giro veloce. "Quello di oggi è veramente un bel risultato - ha commentato Max Biaggi - soprattutto se pensiamo a come eravamo messi l'anno scorso e quello prima. Non è un segreto che questa pista ci ha sempre messo in difficoltà, questa volta abbiamo lavorato molto per prepararci al meglio e posso dire che ci siamo riusciti, visto anche il giro veloce conquistato in entrambe le gare. Di questo devo ringraziare anche la mia squadra, rapida ad analizzare le mie osservazioni. Le bicilindriche su questo tracciato mantengono comunque un certo vantaggio, senza nulla togliere alla straordinaria prestazione di Carlos Checa. Come prima gara dell'anno direi che siamo partiti con il piede giusto, ora dobbiamo continuare a lavorare com'è nostra abitudine". Leon Camier, debilitato per tutto il weekend australiano da una fastidiosa influenza, e penalizzato dalla quinta fila, ha corso per limitare i danni. In Gara 1 ha raccolto un tredicesimo posto rimanendo sempre lontano dai migliori ma in Gara 2 è stato protagonista di una bella prestazione che gli è valsa il sesto posto. "Sono veramente sorpreso del risultato di oggi - ha ammesso Camier - specialmente in Gara 2, viste le difficoltà di questo weekend. Prima della seconda gara abbiamo cambiato la gomma posteriore, al via ho guidato tranquillo cercando il mio passo ed evitando gli errori. Giro dopo giro il feeling è aumentato e sono risalito fino al sesto posto. Dire che sono stanco sarebbe poco, ma se ripenso ai presupposti posso ritenermi abbastanza soddisfatto. Senza questo malessere le cose potevano andare diversamente ma non importa, ora bisogna rimettersi a testa bassa e lavorare: il campionato è ancora lungo".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Piloti Max Biaggi , Leon Camier
Articolo di tipo Ultime notizie