WRC, Rally Portogallo: ridato il tempo perso a Evans. E' secondo

I commissari di gara hanno esaminato i filmati e i dati di Evans, decidendo poi di ridargli il tempo perso dietro la vettura incidentata di Neuville nel corso della PS7. Grazie al tempo imposto (lo stesso di Ogier) ora è salito in seconda posizione.

WRC, Rally Portogallo: ridato il tempo perso a Evans. E' secondo

La decisione dei commissari di gara era prevedibile e si è materializzata nel tardo pomeriggio di oggi. Elfyn Evans torna prepotentemente in lotta per la vittoria del Rally del Portogallo grazie a un provvedimento che è facile e corretto ritenere giusto.

Il gallese della Toyota era stato rallentato dalla vettura incidentata di Thierry Neuville negli ultimi chilometri della Prova Speciale 7 del Rally del Portogallo, la Mortagua di 18,16 chilometri, perdendo oltre 37" da Sébastien Ogier.

Leggi anche:

Questo ha fatto sprofondare Elfyn dal quarto al sesto posto, staccato di 40" da Ott Tanak, nuovo leader della corsa. Dopo aver esaminato i filmati e gli intertempi di Evans, i commissari di gara hanno deciso di dare al pilota della Toyota un tempo imposto.

Questo non è un tempo qualunque, bensì il migliore a pari merito di Ogier, vincitore della prova. Stiamo parlando di un 11'42"7 che permette così a Evans non solo di recuperare i secondi persi, ma anche di salire al secondo posto della classifica generale.

Ora Evans è secondo e si trova a 2"7 dal leader del Rally del Portogallo, Ott Tanak. Dietro di lui c'è Dani Sordo, staccato di appena 3 decimi ma in crisi con le gomme dalla PS5.

La giusta promozione di Evans dalla sesta alla seconda posizione fa scivolare Takamoto Katsuta in quarta e Sébastien Ogier in quinta, modificando però tutto quanto e riaprendo in modo clamoroso una gara che sino all'avvio della PS7 sembrava chiusa, con un dominio Hyundai incontrovertibile.

Lo stesso Andrea Adamo, team director di Hyundai Motorsport, intervistato da WRC+ ha dichiarato: "Bisogna vedere se daranno indietro il tempo perso a Evans. E' giusto che lo abbia indietro per quello che è successo. Non è giusto si trovi sesto dopo essere rimasto bloccato involontariamente da Neuville".

Il manager italiano ha avuto ragione. Ora Evans è la prima insidia per il team di Alzenau, che deve ricostruire tutto dopo una PS7 che ha scompaginato le certezze costruite sino a quel momento. Senza contare il ritiro di Neuville, arrivato dopo l'incidente avvenuto proprio nel corso della Mortagua.

Leggi anche:

Ecco la nuova classifica generale del Rally del Portogallo dopo il provvedimento preso dai commissari di gara del quarto appuntamento del WRC 2021.

Pos. Pilota/navigatore Vettura Tempo/distacco
1 Tanak/Jarveoja Hyundai i20 Coupé WRC 1.20'03”6
2 Evans/Martin Toyota Yaris WRC +2"7
3 Sordo/Rozada Hyundai i20 Coupé WRC +3"0
4 Katsuta/Barritt Toyota Yaris WRC +12"0
5 Ogier/Ingrassia Toyota Yaris WRC +22"7
6 Rovanpera/Halttunen Toyota Yaris WRC +25"0
7 Greensmith/Patterson Ford Fiesta WRC +59"2
8 Fourmaux/Jamoul Ford Fiesta WRC +1'27"4
9 Neuville/Wydaeghe Hyundai i20 Coupé WRC +3'15"8
10 Lappi/Ferm Volkswagen Polo GTI R5 +3'27"9
condividi
commenti
WRC, Rally Portogallo: Neuville è costretto al ritiro
Articolo precedente

WRC, Rally Portogallo: Neuville è costretto al ritiro

Articolo successivo

WRC, Rally Portogallo, PS8: Tanak rafforza il primato

WRC, Rally Portogallo, PS8: Tanak rafforza il primato
Carica i commenti