WRC | La FIA introduce il Global Rally Ranking. Ecco cos'è

Dal 2022 la FIA introdurrà il Global Rally Ranking, una classifica che andrà a delineare i migliori piloti dell'anno tenendo in considerazione i 12 migliori risultati ottenuti entro i 365 giorni.

WRC | La FIA introduce il Global Rally Ranking. Ecco cos'è

Il motorsport, in questo caso la sezione rally, prende spunto da altre categorie sportive quali tennis e golf introducendo il Global Rally Ranking, sistema voluto e pensato dalla Federazione Internazionale dell'Automobile che sarà introdotto a partire dal 2022 e che coinvolgerà piloti e navigatori a livello nazionale e internazionale.

Il sistema, come abbiamo detto, sarà molto simile a quelli già adottati da diverso tempo da altri sport quali tennis e golf, con un ranking settimanale che sarà diffuso dalla FIA a partire dalla prossima stagione.

Non sarà dichiarato un vincitore, ma il sistema offrirà un modo per classificare i migliori piloti e navigatori del calendario a partire dal 2022. Questi saranno classificati usando una formula di calcolo basata su un sistema di coefficiente di campionato che tiene conto anche dei punti della posizione globale e dei punti di classe legati al numero di partenti per evento.

Ad esempio, il WRC porterò un coefficiente di campionato pari a 1,0, che verrà poi moltiplicato per i punti ottenuti nell'evento da un concorrente, moltiplicato poi per 10. Questo sarà poi moltiplicato per 0,3 e moltiplicato per il numero di partecipanti all'evento e, infine, ancora una volta con il coefficiente di classe. In questo caso 1,0 avendo preso in considerazione un ipotetico evento WRC.

Thierry Neuville, Martijn Wydaeghe, Hyundai Motorsport Hyundai i20 Coupe WRC

Thierry Neuville, Martijn Wydaeghe, Hyundai Motorsport Hyundai i20 Coupe WRC

Photo by: McKlein / Motorsport Images

La prima classifica globale del rally terrà in considerazione degli eventi a cui un pilota ha preso parte dal 15 ottobre 2021. Saranno poi tenuti in considerazione i migliori 12 eventi a cui ha partecipato un pilota (o un navigatore) nell'arco di 365 giorni.

La FIA ha fatto sapere che il Global Rally Ranking non sarà obbligatorio per i concorrenti e sarà aggiornato ogni mercoledì attraverso il proprio sito web. La prima edizione del Global Rally Rankings sarà pubblicata nel primo trimestre del prossimo anno.

"Il FIA Global Rally Ranking fornirà una grande opportunità per evidenziare i risultati di tutti i piloti e co-piloti ammissibili, ma anche per mostrare gli eventi su base mondiale", ha detto il direttore della FIA Rally Yves Matton.

"La FIA ha avuto a lungo l'ambizione di creare collegamenti tangibili all'interno della famiglia rally a livello internazionale, regionale e nazionale, in particolare quando si considera la maggior parte delle vetture sono ammissibili a tutti i livelli, come le Rally2".

"Inoltre, molti piloti competono in più campionati, mentre il rally è uno dei pochi sport in cui è possibile per gli equipaggi amatoriali competere negli stessi eventi dei loro idoli".

"Con il lancio del FIA Global Rally Ranking, stiamo anche rafforzando la piramide sportiva FIA Rally e la piramide FIA Rally Cars, che forniscono una chiara scala di progressione dalla base alla cima dello sport".

"Con i campionati FIA e gli eventi sanzionati dalla FIA che ricevono una maggiore ponderazione dei punti, speriamo che più piloti e co-piloti competano all'interno del quadro FIA, che lo facciano più spesso e che più organizzatori di rally prendano in considerazione l'organizzazione di eventi patrocinati dalla FIA".

condividi
commenti
WRC | Ogier-Ingrassia: cosa lasciano in eredità i migliori
Articolo precedente

WRC | Ogier-Ingrassia: cosa lasciano in eredità i migliori

Articolo successivo

WRC | Loeb prova ancora la Puma Rally1 e "vede" Monte-Carlo

WRC | Loeb prova ancora la Puma Rally1 e "vede" Monte-Carlo
Carica i commenti