Spa, Qualifiche GT: Bruni alla caccia dell'Aston

Pole di Rees ma il campione del mondo gli è vicinissimo con la 458. Ruberti secondo tra le AM

Spa, Qualifiche GT: Bruni alla caccia dell'Aston

Qualifiche bellissime, quelle delle GT, a Spa. In entrambe le classi, PRO e AM, si è assistita a una interessante battaglia che ha portato a più riprese i migliori a infrangere il primato della pista che apparteneva a Bruni, 2'19"106 nel 2013 in gara. Strepitoso il rilievo dell'Aston Martin di Fernando Rees che con un giro stupendo, aggressivo ha stampato 2'16"642 migliorando il tempo già ottimo del suo compagno Richie Stanaway.

Ma proprio all'ultimo minuto Gianmaria Bruni, che fino ad allora era stato più lento di Toni Vilander, ha avvicinato con la 458 di tantissimo il rilievo della Vantage V8, assicurandosi la seconda posizione e la prima fila tra le Pro, dove nella battaglia di domani entreranno anche la seconda Aston di Turner e Muecke e la seconda Ferrari, con Calado e Rigon. In ombra, invece, le Porsche che si ritrovano al sesto e settimo posto, alle prese con problemi di trazione che in teoria avrebbe dovuto essere il punto forte della RSR del team Manthey.

Chi può gioire è anche il nostro Paolo Ruberti: assieme a Gian Luca Roda ha conquistato con la Corvette il secondo posto tra le GTE AM dietro all'apparente imprendibile Aston di Pedro Lamy, Paul Dalla Lana e Mathias Lauda. Per la cronaca il pilota veronese ha abbassato di sei decimi il primato della pista che gli apparteneva dal 2013 quando pilotava la 458 GT.

condividi
commenti
Bonanomi alla ricerca del set up ideale sull'Audi

Articolo precedente

Bonanomi alla ricerca del set up ideale sull'Audi

Articolo successivo

Spa, Qualifiche: tris Porsche con Bernhard in pole

Spa, Qualifiche: tris Porsche con Bernhard in pole
Carica i commenti