Slalom: ecco la... Lancia nella manica di Jürg Beiner

La BMW M3 GTR non è ancora pronta e la MB Motorsport di Martin Bürki schiererà a Interlaken e Frauenfeld una Delta S4 preparata da Bruno Ianniello per il proprio, veloce pupillo...

Slalom: ecco la... Lancia nella manica di Jürg Beiner
Martin Bürki, VW Polo MB, MB Motorsport, Champion 2016
Jürg Beiner, Lancia Delta S4, MB Motorsport
Jürg Beiner, Lancia Delta S4, MB Motorsport
Jürg Beiner, Lancia Delta S4, MB Motorsport
Jürg Beiner, Lancia Delta S4, MB Motorsport
Jürg Beiner, Lancia Delta S4, MB Motorsport
Jürg Beiner, Lancia Delta S4, MB Motorsport
Martin Bürki, VW Polo MB, MB Motorsport
Martin Bürki, VW Polo MB, MB Motorsport
Martin Bürki, VW Polo MB, MB Motorsport

La lotta per il titolo del Campionato Svizzero di Slalom è cominciata dietro le quinte ancor prima che la prima vettura scenda in pista a Interlaken. Martin Bürki, campione in carica della specialità, non bada soltanto a sé, ma cura l’impegno di uno dei più forti driver della categoria con il proprio team.

Martin Bürki non è soltanto un pilota molto veloce, ma è anche estremamente “tattico”, una vera e propria vecchia volpe. Tecnicamente, il garagista di Uetendorf non lascia infatti nulla al caso, e la sua Volkswagen Polo 1600 di Gruppo E1 è sempre in ottime condizioni. Lui conosce però tutti i trucchi del mestiere, e appare spesso davvero inarrivabile.

Il suo più grande obiettivo in questa stagione sarà quello di riagguantare la corona nella serie elvetica di Slalom, la cui rincorsa inizierà sabato 8 aprile a Interlaken. Ha infatti inserito all’interno dei ranghi della MB Motorsport, la sua scuderia, un asso della guida come Jürg Beiner.

Sotto le ali protettrici del quattro volte campione di categoria, Beiner ha fatto grandi progressi negli ultimi anni. Il grossista di fragole del cantone dei Grigioni è in effetti in grado di vincere la propria Classe in qualsiasi momento. Non soltanto: per il 2017, Jürg ha installato un nuovo motore BMW V8 sulla propria M3 GTR.

Dalla Motorsport di Monaco di Baviera, purtroppo, il propulsore non risulterà tuttavia pronto per le prime due gare. Ma Martin Bürki ha reagito abbastanza bene al problema, oltre che tempestivamente, e ha organizzato per Beiner una partecipazione agli Slalom iniziali di Interlaken e Frauenfeld con una delle veloci Lancia Delta S4 di Bruno Ianniello. 

Si tratta dello stesso “razzo rosso” con il quale Jürgen Gerspacher ha disputato alcune gare in Salita nel 2015 e in precedenza. La variazione della vettura iscritta non dovrebbe comportare nessun problema a norma del regolamento, perché avviene all’interno della stessa Classe.

Nei test preliminari di Ambrì, organizzati dalla Equipe Bernoise venerdì e sabato scorsi, Jürg si è adattato bene alla guida della macchina da corsa a quattro ruote motrici con più di 500 cavalli. "Tutto funziona! Sono ottimista circa il fatto che Beiner possa utilizzarne appieno il potenziale", ha detto Martin Bürki.

Qual’è la sua idea? Se il colpo riuscisse, Jürg Beiner potrebbe infliggere la prima, sonora sconfitta ad Albin Mächler, notoriamente uno dei piloti di punta nella Divisione E1 nella Classe oltre 3000 cc.

Il tre volte campione svizzero della Montagna, che ha segnato i primi successi in Slalom in gare regionali, potrebbe prendere in considerazione il primo titolo nella nuova specialità.

Dal canto suo, Albin Mächler ha provato a propria volta la nuova BMW M2 durante la passata stagione sia nelle corse in Salita che in Slalom ed è determinatissimo. In questa stagione, ha aumentato la potenza del motore della sua fida bavarese a 550 cavalli. Beiner vs. Mächler, dunque: è un duello carico di suspense a inizio stagione.

condividi
commenti
Slalom, fine del letargo: Martin Bürki a caccia del quinto titolo

Articolo precedente

Slalom, fine del letargo: Martin Bürki a caccia del quinto titolo

Articolo successivo

Slalom: Yves Hängärtner stupisce davanti a Maurer ed Egli

Slalom: Yves Hängärtner stupisce davanti a Maurer ed Egli
Carica i commenti