Rigettato l'appello di Quartararo: salta i primi 20 minuti di FP1

Il pilota della Yamaha Petronas ha ammesso le sue colpe (involontarie) per il test irregolare, chiedendo di cambiare la sazione, ma i commissari l'hanno confermata.

Rigettato l'appello di Quartararo: salta i primi 20 minuti di FP1

Ora non ci sono più dubbi: domani mattina Fabio Quartararo dovrà restare a guardare gli altri girare nei primi 20 minuti della FP1 del Gran Premio di Spagna.

Il pilota della Yamaha Petronas aveva presentato appello contro la sanzione che gli era stata inflitta per aver effettuato un test al Paul Ricardo in sella ad una R1, che però montava delle parti non consentite dal regolamente, ma non c'è stato verso di far cambiare idea ai due commissari che dovevano decidere se accettare o rigettare la richiesta.

Leggi anche:

Nel tardo pomeriggio di ieri, il francese e la sua squadra avevano incontrato Franck Vayssie e Miguel Angel Rodriguez, ammettendo di aver effettivamente utilizzato una moto con le modifiche contestate, ma senza alcun intento di trarne un vantaggio (cosa che era stata riconosciuta anche in primo grado), e chiedendo quindi di modificare la sanzione, permettendogli di scendere in pista per tutta la FP1.

Tuttavia, i commissari non hanno ritenuto che fosse necessario modificare la prima sanzione e quindi l'hanno confermata, per di più senza la possibilità di presentare ulteriori appelli.

Guarda il Gran Premio Red Bull di Spagna live su DAZN. Attiva ora

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
1/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
2/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
3/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
4/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
5/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
6/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
7/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
8/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
9/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
10/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
11/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
12/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
13/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
14/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condividi
commenti
Aprilia cambia una parte del motore con il permesso dei rivali

Articolo precedente

Aprilia cambia una parte del motore con il permesso dei rivali

Articolo successivo

Simulazione MotoGP: è la gomma posteriore sotto stress

Simulazione MotoGP: è la gomma posteriore sotto stress
Carica i commenti