Pol Espargaro: "Il passo gara della mia KTM è vicino a quello dei migliori!"

Il pilota nativo di Granollers elogia i passi avanti fatti dalla KTM negli ultimi mesi, soprattutto per quanto riguarda la consistenza del passo gara. Per l'avvio di stagione si attende miglioramenti a motore ed elettronica.

Pol Espargaro: "Il passo gara della mia KTM è vicino a quello dei migliori!"
Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing
Pol Espargaro, Red Bull KTM Factory Racing

Pol Espargaro ha colto il 16esimo tempo assoluto nell'ultima giornata di test della MotoGO sul tracciato australiano di Phillip Island. Lo spagnolo nativo di Granollers si è detto molto soddisfatto di questa tre giorni di prove nonostante il cronometro abbia palesato qualche difficoltà di troppo della KTM sul giro secco.

A soddisfare l'iberico, infatti, non è stato il tentativo di qualifica con la gomma nuova, bensì i crono nella simulazione gara. Il suo passo si è aggirato sull'1'30" basso, quindi abbastanza vicino al passo mostrato dai primi della classe.

Per Pol e la KTM una bella iniezione di fiducia. Ciò non toglie che gli ingegneri austriaci dovranno ancora mettere mano alla moto - specialmente al motore e all'elettronica - per farla progredire ulteriormente in vista dell'ultima sessione di test e del primo Gran Premio della stagione, che si svolgerà a Losail, in Qatar.

Pol, com'è andata l'ultima giornata di test in Australia?
"E' stata un'ottima giornata per me, sono davvero contento perché sono riuscito a far segnare tempi interessanti più volte e abbiamo migliorato molto la moto nell'arco dei tre giorni di prove. Siamo vicini, molto vicini ai primi, ma non sul giro secco, bensì sul passo gara con gomme usate. All'inizio dei test in quelle condizioni stavamo faticando molto, poi dopo aver fatto delle modifiche siamo davvero molto vicini ai migliori. Il team sta lavorando benissimo".

Sei soddisfatto del tuo giro veloce?
"Per quanto riguarda il mio giro più veloce ho commesso degli errori. Se prendiamo il mio tempo ideale unendo i miei settori più veloci, possiamo vedere come sia stato più lento di 3-4 decimi. Purtroppo non sono riuscito a unirli, ma non importa. Torneremo qui in ottobre e le cose saranno molto diverse. La cosa più importante è aver trovato un buon feeling in sella alla moto, ogni volta che siamo scesi in pista siamo stati competitivi, abbiamo cercato di migliorare la moto e questo è un altro aspetto importante".

Pensi che KTM debba fare ulteriori modifiche al motore per farlo progredire?
"Sì, abbiamo bisogno di migliorare il motore. La potenza sprigionata non è quella ideale. Gli ingegneri e gli addetti all'elettronica sanno che abbiamo bisogno di maggior potenza ma anche di un'erogazione migliore, perché al momento il motore è ancora troppo scorbutico e 'selvaggio', è come un bestia e dobbiamo controllarlo. Abbiamo qualche idea. Se i ragazzi riusciranno a fare un lavoro comparabile a quello che hanno fatto con il telaio in questi mesi allora avremo una moto molto competitiva in Qatar. Dovranno però mettere mano anche all'elettronica".

Che tipo di lavoro avete fatto sulla moto?
"Ci siamo concentrati soprattutto sull'assetto della moto. Sulla nuova moto abbiamo provato il nuovo telaio, qualche grosso cambiamento di elettronica, gomme nuove e anche un motore più potente. Abbiamo provato tante cose in poco tempo ma sono soddisfatto del risultato".

Siete riusciti a provare le nuove gomme portate dalla Michelin?
"Abbiamo provato una nuova specifica portata dalla Michelin che abbiamo trovato molto buona. Sono contento di quella gomma. Ma è un'evoluzione di una gomma che non sapremo quando potremo usarla".

Informazioni aggiuntive di Andrew van Leeuwen

condividi
commenti
Folger non si monta la testa: "È solo un test, devo rimanere calmo"
Articolo precedente

Folger non si monta la testa: "È solo un test, devo rimanere calmo"

Articolo successivo

Aleix Espargaro: "Aprilia a pochi decimi dal terzo posto, che sorpresa!"

Aleix Espargaro: "Aprilia a pochi decimi dal terzo posto, che sorpresa!"
Carica i commenti