Petronas ha offerto a Vierge di correre ad Aragon in MotoGP

Il Sepang Racing Team (SRT) ha offerto a Xavi Vierge la possibilità di disputare la sua prima gara di MotoGP ad Aragon, dove sostituirà Jake Dixon, impegnato a Silverstone.

Petronas ha offerto a Vierge di correre ad Aragon in MotoGP

In epoca di defezioni dei piloti in Yamaha, con Franco Morbidelli ancora in fase di recupero dall’operazione al ginocchio e Maverick Vinales che ha chiuso i rapporti in anticipo, i due team impegnati in MotoGP con la Casa di Iwata stanno soffrendo molto per presentarsi alle gare con un discreto numero di piloti.

Questo fine settimana, il vuoto lasciato da Vinales nella struttura ufficiale è riempito da Cal Crutchlow, mentre l’assenza di Morbidelli nel team SRT è colmata da Jake Dixon, che venerdì ha debuttato su una MotoGP.

Il giovane britannico attualmente è impegnato in Moto2 sempre con SRT, quindi la promozione per il sui appuntamento di casa ha rappresentato una manovra perfetta per entrambe le parti. Questa stessa manovra è ciò che SRT cerca in vista della prossima tappa del calendario. Ad Aragon, secondo quanto appreso da Motorsport.com, Xavi Vierge ha la possibilità di debuttare in MotoGP. In altre circostanze, questa offerta sarebbe impossibile da rifiutare da parte di qualunque pilota Moto2. Tuttavia, lo spagnolo ha delle riserve perché tutti i piloti che sono saliti sulla M1 non sono andati benissimo.

La Yamaha di Morbidelli infatti è l’unica delle quattro in specifica B, ovvero quella del 2019. Con questa moto, il pilota romano ha chiuso secondo nel mondiale la scorsa stagione, restando davanti ai compagni di marca, che invece disponevano della specifica A, più evoluta. Con grande sorpresa, Yamaha ha continuato a fornire a Morbidelli un modello obsoleto della M1 per il 2021, nonostante fosse stato il miglior pilota del costruttore nipponico nel 2020. “Non abbiamo ricevuto un solo aggiornamento quest’anno – racconta a Motorsport.com una fonte del box SRT – È evidente che, ora, la moto ufficiale è molto più avanti della nostra”.

I numeri non ingannano. Prima di operarsi al ginocchio lo scorso giugno, Morbidelli aveva 40 punti in classifica, 37 in meno dello scorso anno nelle stesse fasi di campionato. Tutti i piloti che hanno sostituito il pilota italiano non sono andati bene, dal novello Garrett Gerloff al più veterano Cal Crutchlow. Il caso del britannico è decisamente sorprendente, nelle due gare in Austria in cui ha corso con la moto di Morbidelli, non è mai riuscito a togliersi dalle ultime posizioni. Questo fine settimana invece, a Silverstone, in sella alla M1 ufficiale di Vinales ha fatto un passo avanti importante, chiudendo 12esimo nelle prime prove libere.

Leggi anche:

In attesa di Dovizioso

Andrea Dovizioso sta ultimando i dettagli del contratto che lo riporterà nel Mondiale con la Yamaha del team SRT nelle ultime gare di questa stagione. In questo gioco delle tre carte, il team malese ingaggerà il forlivese non prima di Misano, per colmare il vuoto che Franco Morbidelli lascerà quando rientrerà (in teoria a Misano) e passerà al team ufficiale. Il contratto del romano è con SRT (e non con Yamaha), circostanza che permette alla struttura malese di negoziare con la Casa dei tre diapason in vista del prossimo anno.

SRT cerca di fare in modo che Yamaha accetti di fornire, in condizioni favorevoli, una M1 2022, che è la condizione non negoziabile che ha posto Dovizioso per firmare. Se tutto ciò si concluderà in maniera fruttifera, qualcosa che probabilmente può concretizzarsi già questo fine settimana, l’ipotesi più probabile è che Dovi debutti a Misano, dove è prevista la presentazione della formazione che sostituirà la struttura SRT dopo l’addio di Petronas.

condividi
commenti
Savadori non ce la fa: il weekend di Silverstone è finito

Articolo precedente

Savadori non ce la fa: il weekend di Silverstone è finito

Articolo successivo

MotoGP, Silverstone, Libere 3: Miller rilancia la Ducati, Rossi 7°

MotoGP, Silverstone, Libere 3: Miller rilancia la Ducati, Rossi 7°
Carica i commenti