Ufficiale: 7 motori e 22 litri di carburante dal 2016

Ufficiale: 7 motori e 22 litri di carburante dal 2016

Restano le concessioni Open, ma a punti. Per modifiche al software serve l'unanimità di Honda, Yamaha e Ducati

E' arrivata anche la conferma ufficiale da parte della FIM per quanto riguarda l'anticipazione che circolava da un paio di giorni: a partire dalla stagione 2016 aumenta a sette il numero dei motori a disposizione per completare la stagione di MotoGp, con lo sviluppo che sarà congelato.

Aumenta anche la capacità del serbatoio, che non sarà più di 20 litri, ma che sarà portata a 22 litri per tutti. Inoltre il peso minimo delle moto è stato fissato a 157 kg.

La Federazione Internazionale ha anche rivelato qualche dettaglio in più relativo al software unico della centralina che verrà utilizzato dal 2016. Questo si baserà su quello "Open" realizzato dalla Magneti Marelli che viene già utilizzato in questa stagione.

Tuttavia, se Ducati, Honda e Yamaha dovessero trovare l'unanimità per apportare delle modifiche al software, queste diventeranno operative, ma a spese proprio dei costruttori. La cosa interessante però è che queste tre case avranno anche diritto di veto per quanto riguarda le modifiche richieste dall'organizzatore, che quindi richiederanno la loro unanimità.

Restano anche le concessioni Open per le Case che non sono state in grado di vincere almeno una gara sull'asciutto dal 2013 ad oggi, relative al carburante, ai test ed all'uso delle gomme più morbide, ma cambia leggermente il sistema che le gestisce.

E' stato infatti introdotto un nuovo sistema a punti, che si baserà sul seguente schema: tre punti per ogni vittoria, due per ogni secondo posto ed uno per un terzo posto. Al raggiungimento della soglia dei tre punti in gare su asciutto, ogni Costruttore verrà ridotta la capacità del suo serbatorio da 24 a 22 litri (condizione già applicata infatti alla Ducati).

Dal 2016 invece ogni Costruttore che arriverà a 6 punti, sia con l'asciutto che con il bagnato, perderà immediatamente la possibilità di continuare ad effettuare dei test con i piloti ufficiali, ma anche l'utilizzo di tutte le concessioni per la stagione seguente.

Di contro, se un costruttore non dovesse ottenere nessun punto concessione, quindi non dovesse mai riuscire a salire sul podio, potrà beneficiare dell'intero pacchetto di concessioni anche nella stagione successiva. Per quanto riguarda la perdita della gomma morbida, per il 2015 resta anche in vigore la regola secondo cui questa avviene in occasione della terza vittoria ottenuta in condizioni di asciutto.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie