Lorenzo incontenibile per tutti

Lorenzo incontenibile per tutti

Nessuno resiste allo spagnolo che precede Stoner. Rossi, magico, va sul podio

Il cannibale Jorge Lorenzo vince anche a Laguna Seca e scappa decisamente nel mondiale. La sua è stata una gara perfetta ad eccezione che per le fasi della partenza dove al solito è scattato in maniera imbarazzante scendendo dalla pole alla quarta posizione. Di lì è iniziata la rimonta con un attacco quasi immediato su Ben Spiess e poi la risalita in vetta senza operare più sorpassi perché prima è stato Casey Stoner ad aprirgli la porta dopo essere arrivato larghissimo in una curva, quindi a togliersi di mezzo è stato Dani Pedrosa, protagonista di una paurosa caduta nel punto più veloce della pista. Proprio Pedrosa aveva provato a scappare sia scattando meglio di tutti al semaforo sia poi imponendo un ritmo forsennato, ma la sua fuga si è arrestata quando Lorenzo, risalito in seconda posizione, ha iniziato a sua volta a recuperare mettendo molta pressione al portacolori della Honda fino all’errore fatale all’undicesimo giro. La gara, va detto, non ha offerto grandi emozioni in testa. Stoner, dopo un giro mostruoso nelle prime fasi dopo il via, non è riuscito a tenere il passo di Lorenzo e si è dovuto accontentare del secondo posto. Più movimentato il Gp nelle fasi subito dietro, con Andrea Dovizioso che, dopo aver preso un buon margine su Rossi, si è fatto riprendere e passare negli ultimi giri in maniera quasi imbarazzante e giustificabile soltanto con dei problemi tecnici o di gomme. Valentino Rossi, invece, pur lontano come tempi dai primissimi, ha sfoderato ancora una volta una prestazione magistrale non cedendo alla fatica, ma addirittura trovando la voglia e la grinta per attaccare e passare Dovizioso quando più nessuno se lo poteva aspettare. Prima, peraltro aveva resistito ai continui assalti di Nicky Hayden e Spies che a turno le hanno provate tutte pur di sopravanzare l’italiano senza mai mettergli però una vera paura. LA CRONACA Partenza Scatta meglio di tutti Pedrosa davanti a Stoner, Spiess, Lorenzo, Dovizioso e Rossi. A fine giro Lorenzo passa subito Spiess 2. giro Cade Bautista 3. giro Giro record di Pedrosa ,mentre Stoner ha una sbavatura e si stacca dal leader, Anche Spiess perde di colpo diverse posizioni scendendo in settima alle spalle di Hayden 4. giro Giro record della pista per Stoner. Si ferma Barbera che cade 5. giro Stoner va largo alla curva 2 ed è passato da Lorenzo 9. giro Melandri passa Simoncelli e guadagna l’ottava posizione 10. giro Al cavatappi Simoncelli ha risuperato Melandri 11. giro Pedrosa cade in fondo al rettilineo e si ritira. Passa in testa Lorenzo 12. giro Dovizioso si è staccato da Rossi che sta facendo fatica a contenere Hayden e Spiess 15. giro Edwards passa sia Melandri che Simoncelli 18. giro Cade e si ritira Simoncelli 20. giro Spiess passa Hayden e si mette a ruota di Rossi 25. giro Rossi ha quasi raggiunto Dovizioso mentre Spiess è andato largo e si fatto ripassare da Hayden 26. giro All’ultima curva Rossi infila Dovizioso ed è terzo! 28. giro Cade Espangaro con la Ducati 32. giro Ultimo giro al cardiopalma con Dovizioso che assalta Rossi ma va larghissimo nell’ultima curva e rischia di venir passato da Hayden. Vince Lorenzo davanti a Stoner con Rossi sul podio e Melandri che termina ottavo.

MotoGp - Laguna Seca - Classifica Gara

MotoGp - Laguna Seca - Classifica Campionato Piloti

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Jorge Lorenzo
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag car design, inghilterra