Avintia pensa di tenere Zarco nel 2021

Il team Reale Avintia Racing guarda con tranquillità al mercato piloti MotoGP delle ultime settimane, convinto del fatto che nel 2021 continuerà con il proprio pilota.

Avintia pensa di tenere Zarco nel 2021

Nella sede di Andorra del team Avintia Racing si lavora sodo per essere pronti per l’inizio della stagione 2020 di MotoGP, che avverrà il 19 luglio a Jerez de la Frontera. Superata la fase d’emergenza sanitaria e con un calendario di 13 gare confermate fino a settembre, la squadra di proprietà di Raul Romero è riuscita a superare uno dei momenti più complicati per lo sport.  

Romero spiega a Motorsport.com: “Dorna ha effettuato i pagamenti che aveva promesso ai team nei tre mesi stabiliti e a luglio avremo le entrate per poter correre. Siamo riusciti a superare questo momento così delicato e ora siamo già concentrati nell’inizio del mondiale, che sono sicuro sarà appassionante”.

Leggi anche:

Romero assicura che sta seguendo i movimenti del mercato con interesse, ma che da parte sua è tranquillo per quanto riguarda la sua line up: “Tito Rabat ha un contratto con noi per il 2021 e contiamo di tenere Johann Zarco anche l’anno prossimo, nessuno in Ducati ha detto il contrario”.

Il patron di Avintia è a conoscenza dei rumors su un possibile passaggio del francese al team Pramac, l’altra formazione satellite del costruttore italiano: “Parlo regolarmente con Ducati e lì nessuno mi ha detto nulla a riguardo”.

A differenza del team ufficiale e di Pramac, in Avintia si disporrà nel 2020 di due prototipi del 2019 e, visto il congelamento dello sviluppo, nel 2021 continueranno ad avere lo stesso materiale: “Effettivamente è così, ma le moto con cui correremo quest’anno sono praticamente uguali a quelle ufficiali e conteremo sul sostegno delle evoluzioni del team factory. La differenza è molto poca, la situazione è esattamente la stessa dell’anno prossimo, perché nessuno potrà portare avanti lo sviluppo”.

Ducati non chiude alcuna porta

In un anno particolare e con un mercato esploso, in Ducati non si vuole chiudere nessuna porta. Mentre si prova a chiudere il rinnovo di Andrea Dovizioso, si continua a lavorare nell’ombra per riarmare i propri team. Una buona prova di ciò è l’accordo a cui si è arrivati con Jorge Martín per il 2021 con Pramac, come già anticipato da Motorsport.com.

Leggi anche:

Sulla carta, il compagno di squadra di Martín sarà Francesco Bagnaia, il cui contratto scade alla fine del 2020. Paolo Ciabatti, direttore sportivo Ducati, afferma: “Ovviamente, visti i suoi 23 anni e ciò che ha conquistato in Moto2, Bagnaia è un pilota che vogliamo tenere per il futuro. Ma allo stesso tempo vogliamo vedere un miglioramento notevole con la moto del 2020 in confronto al 2019. Vogliamo aspettare e vedere cosa succederà quando riprenderà il campionato”.

Sulle opzioni di Zarco, il direttore di Borgo Panigale apre le porte al fatto che possa continuare anche dopo il 30 dicembre, data in cui scadrà il contratto: “A quasi 30 anni già non è più un pilota molto giovane. Ma non dobbiamo dimenticare i risultati che ha ottenuto prima del suo contratto con KTM. Per questo vogliamo tenere uno dei due posti liberi”.

condividi
commenti
Petrucci in pole per la KTM: presto un incontro in Austria
Articolo precedente

Petrucci in pole per la KTM: presto un incontro in Austria

Articolo successivo

Ciabatti: "Ducati è la miglior scelta per Dovizioso"

Ciabatti: "Ducati è la miglior scelta per Dovizioso"
Carica i commenti