Una vertebra fratturata ferma Antonelli per i prossimi 2 GP. Di Giannantonio invece è ok

condividi
commenti
Una vertebra fratturata ferma Antonelli per i prossimi 2 GP. Di Giannantonio invece è ok
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
21 ott 2018, 10:58

Dopo l'incidente di Motegi, il pilota della SIC58 Squadra Corse sarà costretto a saltare le gare di Phillip Island e Motegi. "Diggia", anche lui ko, passerà invece la notte in ospedale, ma poi potrà partire alla volta dell'Australia.

Il weekend di Motegi si è concluso nel peggiore dei modi per Niccolò Antonelli: dopo appena pochi giri dall'inizio della gara della Moto3, il pilota della SIC58 Squadra Corse è stato letteralmente centrato da Vicente Perez alla staccata della curva 11. Un contatto che ha innescato un violento highside per il pilota romagnolo, rimasto a terra dolorante.

Al Centro Medico del circuito gli era stata diagnosticata una microfrattura al piede sinistro, ma Niccolò è stato successivamente trasferito in ospedale, perché manifestava parecchio dolore alla schiena. L'esito degli accertamenti purtroppo ha evidenziato una vertebra fratturata, che lo costringerà a rientrare immediatamente in Europa per riposarsi e quindi a saltare le prossime due gare in Australia e Malesia.

 

Perez si è immediatamente recato nel box della squadra di Paolo Simoncelli per scusarsi, ma questo non lo ha comunque salvato dalla sanzione arrivata dalla Race Direction: proprio per questo incidente, infatti, il pilota della Reale Avintia Academy dovrà scontare un arretramento di sei posizioni in griglia a Phillip Island. 

Leggi anche:

Arrivano notizie positive invece su Fabio Di Giannantonio, pure lui vittima di un brutto incidente nelle prime fasi del GP del Giappone. A causa di un brutto highside alla curva 12, ha sbattuto la testa a terra piuttosto rovinosamente e per questo aveva anche perso i sensi per qualche secondo.

Al Centro Medico gli è stato riscontrato un trauma cranico e per questo è stato trasferito in ospedale, dove fortunatamente però gli accertamenti hanno escluso qualsiasi genere di complicazioni. Dopo una notte in osservazione, dunque, il pilota del Gresini Racing potrà partire alla volta di Phillip Island.

 

 

 

Articolo successivo
Mondiale Moto3 2018: solo un punto tra Martin e Bezzecchi a 3 GP dalla fine

Articolo precedente

Mondiale Moto3 2018: solo un punto tra Martin e Bezzecchi a 3 GP dalla fine

Articolo successivo

Bezzecchi: "Ora è davvero come se il campionato ricominciasse adesso"

Bezzecchi: "Ora è davvero come se il campionato ricominciasse adesso"
Carica i commenti