Bastianini: “Contento della mia stagione, Gresini aveva visto giusto”

Enea Bastianini conclude la sua stagione di debutto in MotoGP sfiorando l’impresa di diventare rookie of the year nonostante un pacchetto tecnico decisamente inferiore agli avversari. Con due podi e otto top 10, è soddisfatto del proprio 2021 e manda un pensiero a Gresini, con cui mosse i primi passi nelle gare.

Bastianini: “Contento della mia stagione, Gresini aveva visto giusto”

L’ultimo titolo in ballo a Valencia per la MotoGP era quello di rookie of the year, conteso fra Jorge Martin ed Enea Bastianini. Il riminese ha sfiorato l’impresa, arrivando all’ultima gara della stagione con 3 punti in più del pilota Pramac, ma le condizioni più favorevoli per lo spagnolo hanno portato il titolo a Madrid. Martin si è reso autore di un esordio esplosivo, ma non ha avuto vita facile, con un Bastianini combattivo e grande protagonista di questo 2021 nonostante un mezzo nettamente inferiore.

Gli ultimi due weekend di questa stagione appena conclusa non sono stati particolarmente soddisfacenti per Bestia, che ha faticato a replicare gli ottimi risultati ottenuti nella seconda parte dell’anno. Tuttavia, con un bottino di 102 punti e un’11esima posizione nella classifica generale, termina la sua prima stagione nella classe regina con un risultato tutt’altro che negativo.

Il pilota Esponsorama vanta ben otto top 10 sulle 18 gare disputate e, al termine del Gran Premio di Valencia, stila un bilancio della sua prima stagione in MotoGP: “Non sono tanto soddisfatto degli ultimi due weekend, ma sono felice della mia stagione. Abbiamo dato il massimo per recuperare e in qualche modo ci siamo riusciti, anche se mi dispiace un po’ non aver vinto il titolo di rookie of the year. In gara comunque il passo non era male, però ero veramente al limite con le gomme. Jorge è stato fortissimo a Valencia e ha quasi vinto. Però questo dimostra il potenziale della GP21 che avrò io l’anno prossimo e sono contento”.

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Enea Bastianini, Esponsorama Racing

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

Proprio Ducati è stata padrona al Ricardo Tormo, una pista che storicamente non era mai stata troppo favorevole alla Desmosedici. La moto del 2021 sarà quella che nella prossima stagione finirà nelle mani di Enea Bastianini, autore di un debutto solido con la GP19, la più vecchia del plotone rosso. La stagione 2021 inoltre, è servita al riminese per fare esperienza e capire dove migliorare in vista del prossimo anno: “Non vedo l’ora di provare la nuova Ducati, rispetto a quella che ho guidato fino ad ora sarà un bel passo in avanti. Poi dovremo migliorare il venerdì e il giro secco. In gara invece riesco a essere competitivo e costante”.

Il prossimo anno però il team Esponsorama cesserà di esistere e Bastianini correrà con la Ducati del team di Gresini, condividendo il box con Fabio Di Giannantonio, al debutto nel 2022. Per Enea sarà un ritorno al passato, dato che aveva mosso i primi passi proprio grazie all’indimenticato Fausto. Insieme a lui, anche Jorge Martin aveva iniziato con Gresini e, a distanza di anni, si sono ritrovati a battagliare in MotoGP rivelandosi i piloti sorpresa del 2021: “A dire la verità non avrei mai immaginato di poter lottare contro Jorge, perché comunque il pacchetto non è lo stesso e il suo è più competitivo, mentre noi abbiamo lottato con quello che avevamo. Questo significa che abbiamo lavorato benissimo e che Fausto ci aveva visto lungo. Ci manca, penso che se ci vedesse sarebbe davvero tanto orgoglioso di noi. Vorrebbe che lottassimo per qualcosa di importante l’anno prossimo”.

condividi
commenti
Rins sorprende: “La caduta? Me la aspettavo”
Articolo precedente

Rins sorprende: “La caduta? Me la aspettavo”

Articolo successivo

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”
Carica i commenti