Tito Rabat ritrova la pole position a Jerez

Tito Rabat ritrova la pole position a Jerez

Il campione del mondo sembra il favorito anche per la gara, ma attenzione a Rins. Italiani fuori dalla top ten

Il weekend di Jerez de la Frontera sembra davvero quello delle svolte: se in MotoGp abbiamo ritrovato un grande Jorge Lorenzo, nella classe Moto2 è tornato alla ribalta il campione del mondo in carica Tito Rabat, che è andato a prendersi di forza la pole position facendo una bella differenza rispetto al resto del gruppo.

Proprio come il collega della classe regina, lo spagnolo della Marc VDS è stato velocissimo soprattutto nell'ultimo settore della pista ed è arrivato a realizzare un 1'42"874, risultando l'unico in grado di scendere sotto all'1'43" e staccando di ben tre decimi il diretto inseguitore Alex Rins, che ormai va considerato a tutti gli effetti un big della classe di mezzo.

A completare la prima fila c'è il tedesco Jonas Folger, che pure lui sembra ritrovato dopo due gare anonime che avevano seguito la vittoria in Qatar. Il portacolori del Team AGR ha beffato per una manciata di millesimi lo svizzero Thomas Luthi, che si dovrà accontentare di aprire la seconda fila con al suo fianco Takaaki Nakagami e Sam Lowes.

Il giapponese è tornato nelle posizioni di vertice, ma anche oggi ha fatto dei "danni", finendo ruote all'aria nel finale e non riuscendo a migliorasi. Il britannico della Speed Up invece è riuscito a fare un piccolo passo avanti dopo aver faticato nelle prove libere.

La delusione di queste qualifiche andaluse però è senza ombra di dubbio il leader della classifica iridata Johann Zarco: il francese è caduto alla curva 2 e quindi alla fine non è andato oltre al nono posto, alle spalle anche di Sandro Cortese e di un ottimo Axel Pons.

Qualifica travagliata purtroppo per i piloti italiani: il migliore è stato Simone Corsi, che però è 12esimo, giusto davanti alla moto gemella di Lorenzo Baldassarri. E forse l'altro pilota del Forward Racing avrebbe potuto fare meglio se non fosse finito ruote all'aria nel finale. Ancora più indietro Franco Morbidelli, 15esimo.

Stupisce però vedere nuovamente in 20esima posizione Luis Salom, che nelle prove libere aveva di nuovo mostrato delle prestazioni incoraggianti. Male anche il vice-campione del mondo Mika Kallio, che è giusto due posizioni più avanti, alle spalle del rookie Alex Marquez.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Moto2
Piloti Jonas Folger , Tito Rabat , Alex Rins
Articolo di tipo Ultime notizie