Incidente Wilairot: Ratthapark era alla guida

condividi
commenti
Incidente Wilairot: Ratthapark era alla guida
Di: Matteo Nugnes
10 dic 2010, 11:45

Le sue condizioni migliorano, ora è in grado di muoversi e respirare autonomamente

Continuano a migliorare le condizioni di Ratthapark Wilairot, che è ormai definitivamente fuori pericolo in seguito all'incidente stradale di cui è stato vittima domenica. Ieri si è svolta una conferenza stampa per dare ulteriori aggiornamenti ed il dottor Montri Saksuwong, che lo sta seguendo al Bamrungrad Hospital di Bangkok, ha spiegato che gli ultimi accertamenti non hanno evidenziato alcun tipo di danno alla testa. Ma soprattutto che ora il pilota thailandese si può muovere ed è in grado di respirare autonomamente, senza bisogno dell'aiuto dei macchinari. Anche se le indicazioni sono tutte positive, per il recupero completo comunque dovrà attendere un periodo compreso tra le quattro e le sei settimane. Nelle ultime ore però sarebbe cambiata la ricostruzione della dinamica dell'incidente: in un primo momento era stata diffusa la notizia che alla guida della moto ci sarebbe stato un amico di Wilairot che ha perso la vita sul colpo. Da quanto emerso nella conferenza di ieri, pare però che fosse Ratthapark a caricare lo sfortunato amico e non viceversa.
Prossimo articolo Moto2
Wilairot migliora e muove i primi passi

Previous article

Wilairot migliora e muove i primi passi

Next article

Il team Speed Up ha scelto Valentin Debise

Il team Speed Up ha scelto Valentin Debise

Su questo articolo

Serie Moto2
Piloti Ratthapark Wilairot
Autore Matteo Nugnes
Tipo di articolo Ultime notizie