L'ACO cerca di dare una spinta alle LMP1 a benzina

L'ACO cerca di dare una spinta alle LMP1 a benzina

Sono state approvate diverse deroghe per cercare di bilanciare le prestazioni con i diesel

L'Automobile Club dell'Ouest ha annunciato ieri delle importanti novità per quanto riguarda il "balance of performance" della 24 Ore di Le Mans. Sono state infatti concesse diverse deroghe alle vetture LMP1 dotate di motore alimentato a benzina, con l'obiettivo di andare a chiudere la forbice prestazionale che le separa da quelle invece dotate di propulsori diesel. La novità principale riguarda l'allargamento del restrittore d'aria di 0,3 millimetri, che è stata accoppiata con una riduzione del peso minimo della vettura di 10 kg. Alle squadre che non dovessero riuscire a ridurre il peso del proprio mezzo è stata concessa invece la possibilità di allargare di 0,5 millimetri il restrittore. Inoltre sono state apportate delle modifiche anche ai sistemi di rifornimento: il diametro dei bocchettoni delle vetture alimentate a benzina potrà essere allargato di 10 millimetri, mentre quello delle vetture diesel dovrà essere ridotto di 0,3 millimetri. Secondo Vincent Beaumensil, responsabile dell'ACO, queste modifiche, che comprendono anche uno sconto di 15 kg di peso anche per la Peugeot 908 HDI di vecchia generazione portata in pista dall'Oreca, dovrebbero consentire alle vetture alimentate a benzina di completare almeno 5 giri in più rispetto alla passata stagione, andando più o meno a pareggiare il conto delle soste.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Le Mans
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag formula 1