9 Ore di Aragon amara per la Celadrin MSR Corse

9 Ore di Aragon amara per la Celadrin MSR Corse

Sernagiotto e Lacorte sono stati costretti al ritiro per un tamponamento subito nel penultimo stint

l quinto round del campionato europeo VdeV Endurance Series ha tradito le aspettative della Celadrin MSR Corse. La gara, che si è svolta sul circuito del Motorland Aragon, si è conclusa a un’ora e mezza dalla fine a causa di un tamponamento subìto durante il penultimo stint di guida, affidato a Giorgio Sernagiotto.

La Celadrin MSR Corse è arrivata in Spagna fiduciosa di poter far bene. Durante le prove libere la squadra piacentina ha segnato un buon P9 e in qualifica si è posto in settima fila (P13 e prima tra tutte le Tatuus in gara). Il sesto tempo assoluto di Sernagiotto, il buon passo di Lacorte e l’assetto della Tatuus PY012 rassicuravano il team sulla gara.

La sfortuna però ha giocato contro. Alla partenza è Lacorte a fare il primo stint. La sua prestazione è ottima, il passo consistente e regolare. Dopo aver risalito diverse posizioni, però è vittima di un incidente senza colpe che lo costringe ai box a causa di una foratura. Poi è la volta di Sernagiotto. Anche per lui uno “stop and go” per un contatto che tuttavia non compromette la sua buonissima prestazione e riesce a risalire fino alla quarta posizione. Il volante passa di nuovo a Lacorte, che per evitare una vettura che gli chiude la pista, danneggia il fondo piatto della Tatuus (per un cordolo alto). L’intervento pronto del team gli permette di ritornare in pista dopo la riparazione veloce. Arriva il cambio con il pilota veneto che riprende la biposto ma è costretto al ritiro dopo aver subìto un tamponamento a un’ora e mezza dalla fine della gara.

"Sono amareggiato perché eravamo ormai arrivati alla bandiera a scacchi e la vettura era molto affidabile e stavamo correndo per entrare nella top ten!" – ha affermato Max Sigalini a fine gara – "Quello che rimane è la prova che il team è pronto ad affrontare una gara endurance così lunga".

Roberto Lacorte: "Un finale che non ci meritavamo per niente sentito addosso come una doccia fredda vista la solidità con la quale stavamo conducendo la gara. Anche se il risultato non è arrivato, il bilancio della gara è positivo per gli ottimi riscontri sul piano tecnico che tutto il team a rilevato. Faccio un particolare ringraziamento a tutto il box che ci ha fatto correre con una macchina velocissima e affidabile".

Giorgio Sernagiotto: "Sono rammaricato per il risultato finale ma fiducioso dato che grazie ad un ottimo passo gara ed una granitica prestazione di Roberto Lacorte eravamo riusciti a raggiungere la quarta posizione. Non molliamo, sarà per la prossima!".

Il prossimo round è in programma i primi di ottobre sul circuito di Magny-Cours, dove si svolgerà la 6 Ore del VdeV Endurance Series.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati GT
Piloti Giorgio Sernagiotto , Roberto Lacorte
Articolo di tipo Ultime notizie