La caccia al leader Stefano Gai arriva al penultimo atto a Monza

condividi
commenti
La caccia al leader Stefano Gai arriva al penultimo atto a Monza
Stefano Reali
Di: Stefano Reali
03 ott 2018, 08:33

Il pilota della Scuderia Baldini dividerà la sua Ferrari con Giancarlo Fisichella e arriva in Brianza con un vantaggio di 6 punti sulla coppia della Antonelli Motorsport composta da Altoè e Zampieri (25" di handicap). Occhio a Baruch e all'Audi, che non avranno handicap.

 #16 Lamborghini Huracan-GT3, Imperiale Racing: Postiglione-Pereira
#63 Lamborghini Huracan, Antonelli Motorsport: Zampieri-Altoè
#63 Lamborghini Huracan, Antonelli Motorsport: Zampieri-Altoè
La partenza di Gara 2
La partenza di Gara 2
La partenza di Gara 2
#72 Ferrari 488 Evo-GT3, Scuderia Baldini 27: Fuoco-Cheever
#63 Lamborghini Huracan, Antonelli Motorsport: Zampieri-Altoè

Il Campionato Italiano Gran Turismo, riaccende i motori in Brianza. Sarà infatti l’Autodromo di Monza, teatro del penultimo Round della serie italiana. Tra le novità, anche se lo abbiamo visto a Vallelunga, si conferma l’equipaggio Baruch e Mattia Drudi a bordo dell’Audi GT3 del team Audi Sport Italia, con l’italiano in caccia della prima vittoria a bordo di una vettura GT.

Due le Huracan GT3 del Team Antonelli Motorsport, una per Zampieri-Altoè mentre news sulla seconda, con Veglia che sarà affiancato da Loris Spinelli. BWM conferma l’equipaggio di Vallelunga con Comandini che ritroverà Max Koebolt al suo fianco. Peccato per la Huracan GT3 della Ebimotors, sarà assente a Monza per impegni di Sabino De Castro che tornerà insieme a Piccioli nell’ultimo appuntamento del Mugello. Confermate le due Huracan GT3 del Team Imperiale Racing, una affidata a Giammaria-Jatong e l’altra a Postiglione-Basz (al debutto sulla GT3) oltre alle due Ferrari targate AF Corse di cui abbiamo già scritto.

Le maggiori novità, riguardano la categoria Super GT Cup. In casa Antonelli Motorsport ci sarà il ritorno di Kikko Galbiati al fianco di Marco Cenedese, mentre Pietro Perolini potrebbe correre da solo, al momento si sta cercando un pilota da affiancargli. Una Lambo anche per il Team Bonaldi Motorsport che vedrà il pilota serbo Milos Pavlovic, affiancato dal giovane pilota cinese Xuxu che è nuovo sia alla guida della Lamborghini Super Trofeo sia del Circuito di Monza. Per lui sarà tutto nuovo e scoprirà il tutto durante la prima sessione di prove libere.  Assente la Ferrari 458 GT3 di Tanaka-Ceresoli.

In GT Cup c’è il ritorno di Luciano “Linos” Linossi che dividerà il volante della Porsche dell’amico Francesco “Ciccio” La Mazza. Confermati tutti gli altri equipaggi e soprattutto ancora tutti i titoli in ballo. In GT Cup tutto partiranno con trenta secondi di handicap time, mentre Davide di Benedetto correrà da solo. Ancora una volta saranno fondamentali gli handicap tempo, andiamo ad analizzarli da vicino.

Nella Classe Super GT3, Stefano Gai (Scuderia Baldini) comanda la classifica con 116p., insieme a Giancarlo Fisichella devono scontare 15”, dieci in meno dei diretti avversari Altoè-Zampieri (Antonelli Motorsport) in ritardo di sei lunghezze. Chi potrebbe approfittare è il pilota di Audi Motorsport Italia Bar Baruch che è libero da handicap e si ritrova a poter sfruttare tutta velocità della sua R8.

In Super GT Cup la situazione è “alla pari” con Galbiati-Cenedese e Perolini a trenta secondi. Perolini a questo punto comanda la classifica da solo con 110p., visto l’assenza di Valente. Cenedese insegue a quota 79 e potrà contare nuovamente sul supporto di Galbiati con cui ha portato a casa una doppietta al Mugello.

Prossimo articolo GT Italiano
Due Ferrari targate AF Corse pronte a scendere in pista nel penultimo round di Monza

Articolo precedente

Due Ferrari targate AF Corse pronte a scendere in pista nel penultimo round di Monza

Articolo successivo

Milos Pavlovic e Xu Xu subito in vetta al debutto nelle Libere di Monza

Milos Pavlovic e Xu Xu subito in vetta al debutto nelle Libere di Monza
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie GT Italiano
Evento Monza
Location Autodromo Nazionale Monza
Autore Stefano Reali
Tipo di articolo Preview