Il GT Sprint a Imola, riparte la seconda parte di stagione

Imola accoglie la ripartenza del Campionato Italiano Gran Turismo e c'è grande attesa: saranno oltre 30 infatti le vetture impegnate nel penultimo appuntamento della serie Sprint.

Il GT Sprint a Imola, riparte la seconda parte di stagione

Finalmente si riaccendono i motori del Campionato Italiano Gran Turismo, a Imola si riparte con il penultimo round della serie Sprint e tra conferme e qualcuno in sospeso, la serie tricolore potrebbe arrivare con ben trentacinque vetture. Andiamo per gradi, da ricordare prima di tutto che sono validi i migliori sei risultati su otto e quindi è importante portare a casa più punti possibile.

Non esiste una classifica dedicata ai “PRO” e quindi fa fede quella assoluta conduttori che vede in testa la coppia Greco-Crestani (Easy Race) con otto lunghezze di vantaggio su Agostini-Ferrari (Audi Sport Italia) che a loro volta hanno solo un punto in più dei compagni di squadra Mancinelli-Postiglione. A pari punti Frassineti-Ghiotto, sempre a 33 punti ma per l’occasione al “Frax” si affianca Alberto di Folco, causa concomitanza di Luca che sarà al Nurburgring. Più staccati Hudspeth, Di Amato e Fuoco. Il primo sarà assente per motivi di lavoro, quindi a dividere l'abitacolo con Carrie Schreiner ci sarà Daniel Zampieri, già visto con Scuderia Baldini nella serie Endurance. Della partita anche il secondo equipaggio Imperiale Racing con il giovane Middleton affiancato da Mateo LIarena.

In PRO-AM Perolini-Ceccotto (LP Racing) cercheranno di allungare, forti della vittoria in gara 2 a Misano cercheranno di chiudere in anticipo la lotta. Fino ad ora il due della LP Racing sono sempre andati a punti e le venti lunghezze di vantaggio aiutano. Da non sottovalutare i diretti avversari Segù-Baruch e la possibile rimonta di Cressoni-Mann (AF Corse), vincitori del titolo 2020. Da non dimenticare la BMW M6 di Comandini-Zug. Altalenanti i risultati della Honda NSK, ma Guidetti-De Luca (Nova Race) possono fare bene e la matematica dovrebbe tenerli ancora in gara per l’alloro.

In GT3 AM Chudaroglu deve fare punti, le cinque lunghezze di vantaggio su Zanotti, al suo fianco Jorge Cabezas, sono poche e Schirò (Kessel Racing) è vicino e qui sarà nuovamente con il DOC Steve Earle. In pista sulla #51 ritroviamo Casè-Mann (Af Corse) che in questa stagione sono tornati al volante e a Imola potrebbero dire la loro.

In GT4 ritorna Riccardo Pera, il pilota lucchese affiancherà Mattia Di Giusto che lotta per il titolo PRO-AM. Il pilota Ebimotors tra l’aiuto di Pera e il punteggio pieno dei primi due round, potrebbe chiudere in anticipo il discorso titolo. Ritorna Enrico Bettera che avrà al suo fianco Fulvio ferri sulla Mercedes di Nova Race oltre ai compagni di squadra Di Fabio-Magnoni, non potevano mancare Neri-Fascicolo sulla M4 by Ceccato. 

Folto il raggruppamento delle GT Cup con ben undici vetture iscritte. Dopo la doppietta di Misano, Mugelli-Pegoraro devono guardarsi le spalle da Risitano-De Marchi, quest’ultimi in cerca della prima vittoria stagionale. Per loro ci sono da recuperare dodici lunghezze. Ancora in corsa per il titolo la coppia Linossi-Vebster che devono assolutamente raccogliere punti pesanti. Si rivede Sernagiotto con Alessandro Cozzi a bordo della 488 di Af Corse oltre a Sbirrazzuoli-Delacour, Barbolini invece avrà al suo fianco “Aramis”. Dionisio e il neo papà Barri saranno al volante della Huracan del Team Italy, mentre Lino e Carlo Curti con la Porsche di Tsunami. Krypton scende in campo con La Mazza-Nicolosi e Berton-Riva. Che lo spettacolo vada in scene.

condividi
commenti
GT Italiano: Perolini si prepara per le gare Sprint di Imola
Articolo precedente

GT Italiano: Perolini si prepara per le gare Sprint di Imola

Articolo successivo

Riccardo Pera riparte dal GT Sprint dopo la delusione di Le Mans

Riccardo Pera riparte dal GT Sprint dopo la delusione di Le Mans
Carica i commenti