Senna: “Ci serve soltanto un week end lineare...”

condividi
commenti
Senna: “Ci serve soltanto un week end lineare...”
Di:
, Direttore Responsabile Motorsport.com Switzerland

Reduce da una gara no in Uruguay, il brasiliano della Mahindra Racing confida nell'affidabilità futura

Benché confermato dalla Mahindra Racing per la seconda stagione di fila, non è stato troppo positivo l'inizio di campionato 2015-2016 di Bruno Senna. Il pilota brasiliano, che occupa attualmente l'11esima posizione della classifica generale, ha accumulato appena 10 punti nelle prime tre gare in forza del quinto posto di Putrajaya, ma non è stato evidentemente ancora capace di cavare il meglio dalla propria M2Electro.

A Punta del Este, il nipote d'arte si è qualificato nono e ha guadagnato una posizione già nel primo giro della corsa, dopodiché un contatto con il muro lo ha costretto a rientrare ai box con una gomma posteriore forata. La circostanza lo ha fatto precipitare nelle retrovie, al momento del rientro in pista, ma si è comunque ritirato dalla competizione a cinque passaggi dalla fine dell'ePrix uruguayano a causa di problemi ai freni.

“Ancora una volta, è stato deludente dover abbandonare la gara", ha dichiarato Senna. "La macchina è andata bene in qualifica e alla partenza della corsa. Abbiamo recuperato bene da una mattinata difficile e, se non avessi urtato le barriere, sono sicuro che avrei continuato ad effettuare sorpassi e ad andare avanti. Una volta che è stato chiaro che non saremmo stati in grado di recuperare il gruppetto di testa, il team mi ha comandato di spingere per il giro più veloce per recuperare qualche punto. La frenata non era però ottimale ed è stata una decisione giusta quella di 'mandare in pensione' la vettura prima della fine dell'evento".

"Ho trascorso alcuni giorni meravigliosi a Punta del Este", ha aggiunto Bruno. "I sudamericani, se appassionati di motorsport, sono fra i tifosi migliori al mondo ed è stato entusiasmante mettermi alla prova davanti a loro, sfidando questa pista difficile. In generale, il motorsport è fatto così e qualche volta ci aspettiamo di avere giorni difficili. Ora dobbiamo imparare dai problemi che abbiamo avuto e continuare a perfezionare la nostra monoposto. Sappiamo che in un fine settimana pulito, lineare, ci sarà di nuovo modo di presentarsi nella zona più avanzata delle classifiche".

Moffitt, Toyota: “Nessun progetto per la F.E...”

Articolo precedente

Moffitt, Toyota: “Nessun progetto per la F.E...”

Articolo successivo

Tesla Motors: “Le corse non sono una nostra priorità”

Tesla Motors: “Le corse non sono una nostra priorità”
Carica i commenti