La Venturi blocca la produzione di serie per le corse!

La Venturi blocca la produzione di serie per le corse!

Il team boss Nicolas Mauduit spiega perché non verranno più costruite auto stradali, ma soltanto motori elettrici

Una stagione problematica in Formula E si conclude con una decisione difficile, ma che la Venturi Automobiles ha ritenuto di prendere: l'équipe monegasca sospenderà infatti la produzione di vetture stradali elettriche, al fine di concentrarsi sui propulsori ad alte prestazioni e sulle competizioni sportive. La fonte della notizia è il sito online d'informazione ElectricAutosport.com, i cui giornalisti hanno parlato con il responsabile Nicolas Mauduit circa la dura scelta fatta e confezionato una panoramica sul futuro.

La Venturi Automobiles si era costruita una grande reputazione nel corso degli ultimi dieci anni in virtù della costruzione di potenti auto sportive elettriche, stabilendo record e intraprendendo impegnative spedizioni. La squadra, con sede nel Principato mediterraneo, è stata una delle prime aziende entrate in contatto con Alejandro Agag, organizzatore della Formula E, allorché gli fu chiesto di mettersi in gioco. In qualità di azienda esperta nella costruzione di motori elettrici ad alte prestazioni, la Venturi era desiderosa di unirsi alla serie per dimostrare al mondo il know-how raggiunto contemporaneamente a una fase di grande crescita e visibilità per la e-mobility. Esattamente, in un momento simile ha però preso una delle decisioni più difficili che potesse prendere. Come competere proficuamente con il resto del mondo? La Venturi Automobiles risponderà a questa domanda tornando alle proprie radici: costruendo potenti propulsori per la concorrenza, gareggiando nel Campionato FIA di Formula E e perseguendo progetti specializzati. Il programma della nuova supercar stradale è stato sospeso e, di conseguenza, alcuni lavori sono andati perduti, ma ciò non significa che l'avvenire sia plumbeo...

"Per la nostra azienda, è stata una decisione molto difficile da prendere quella di limitare le attività principali a tre: gestire in pista il team di Formula E, diventare costruttori della categoria e concentrarci sullo sviluppo di unità motrici ad alte prestazioni, programma in cui inseriamo anche il tentativo di record mondiale di velocità cui ci dedichiamo ogni anno nel mese di agosto”, spiega Nicolas Mauduit, chief technical officer della Venturi Automobiles e team principal dell'omonima squadra corse.

Con le grandi case automobilistiche entrate a pie' pari nel mercato dei veicoli elettrici, l'ingegnere francese ha spiegato che è difficile per una piccola factory sostenere da sola lo sviluppo di vetture stradali. "Sviluppare auto ad emissioni zero per la circolazione di tutti i giorni è una pratica molto costosa, che va dalla formazione degli ingegneri alla gestione di una rete di vendita. Con i più grandi player del settore ormai presenti in questo mercato con un'ampia gamma di prezzi a vantaggio della clientela, è diventato molto più difficile per noi fare di tale attività un business redditizio. Questo è il motivo per cui abbiamo preso la decisione di concentrarci sulla nostra esperienza primigenia, che è nel campo dei motopropulsori ad alte prestazioni e alta efficienza. E questo ha un senso anche da un punto di vista del rapporto o scontro con la concorrenza. È stata una decisione difficile da assumere anche per i dipendenti e le loro famiglie, ma è molto importante garantire un futuro a lungo termine alla società...”.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula E
Piloti Nick Heidfeld , Stéphane Sarrazin
Articolo di tipo Ultime notizie