DS Techeetah fa mea culpa per le penalità di Vergne e Lotterer, ma guarda con ottimismo al futuro

condividi
commenti
DS Techeetah fa mea culpa per le penalità di Vergne e Lotterer, ma guarda con ottimismo al futuro
Di: Alex Kalinauckas
Tradotto da: Matteo Nugnes
16 dic 2018, 17:27

Il team principal della DS Techeetah, Mark Preston, ha spiegato il motivo delle penalità che sono costate alla squadra una possibile doppietta nella gara di apertura della Formula E in Arabia Saudita.

Jean-Eric Vergne ed Andre Lotterer avevano appena scavalcato la BMW di Antonio Felix Da Costa, leader fin dal via e vincitore alla fine della gara di Ad Diriyah, quando sono stati costretti ad effettuare un drive through per una violazione dell'articolo 27.9 del regolamento sportivo della Formula E.

Penalità che li hanno fatti arretrare al quinto ed al settimo posto, rimontando poi fino al secondo ed al quinto, ma senza riuscire ad impedire a Felix Da Costa di regalare alla BMW un debutto da sogno.

Motorsport.com ha appreso che si tratta di un problema legato al software del regen, lo stesso che ha colpito anche Felipe Massa, che in sostanza porta ad una rigenerazione di potenza superiore a quanto consentito nella guida all'implementazione del software fornito dalla FIA.

"Sostanzialmente è successo durante il regen, come era successo a tanti altri piloti (di Grassi, Bird e Frijns) durante le qualifiche e lo shakedown" ha spiegato Preston a Motorsport.com.

"Avevamo già avuto un problema simile (dopo le libere, la squadra era stata multata di 2.000 euro per monoposto), ma pensavamo di averlo risolto".

"Ci è successo abbastanza presto, almeno per prendere la multa. Pensavamo di aver risolto la cosa, ma in gara è successo di nuovo".  

Leggi anche:

"Ora è noto e ci sono tanti piloti che hanno avuto lo stesso problema. Risolverlo definitivamente ora è la nostra priorità numero uno".

"Abbiamo provato alcune soluzioni rapide, ma ora ne dobbiamo trovare una definitiva quando faremo ritorno in fabbrica. Dunque, è stata una questione di software e di regen".

"Quando freni, il sistema deve mantenere un determinato livello di rigenerazione, quindi dobbiamo cercare di rimanere sempre all'interno delle regole".

"Ora è più difficile, perché i freni si possono bloccare o qualcosa del genere, e il sistema deve reagire correttamente, perché ora abbiamo anche il brake by wire. Ecco perché penso che tanti abbiano avuto questo problema".

Preston ritiene che il problema sia legato all'introduzione dei sistemi attivi di frenata sulle monoposto Gen2, ma non è sicuro perché "questo problema non era emerso nei test".

"Ma penso che sia una questione legata proprio al weekend di gara, dove tutti sono al limite per essere competitivi. E' normale quindi che un problema di questo tipo appaiano in gara piuttosto che nei test".

Quando gli è stato domandato se fosse frustrato per aver mancato la vittoria, Preston ha detto: "Sì, certo, ma allo stesso tempo siamo stati super veloci".

"Abbiamo gestito bene la corsa anche dal punto di vista strategico, nonostante i drive through".

"La nostra macchina poi era molto veloce e lo sono stati anche i piloti e gli ingegneri. Quindi guardiamo con ottimismo alla prossima gara e il nostro sarà un buon Natale!". 

 
Andre Lotterer, DS TECHEETAH, DS E-Tense FE19

Andre Lotterer, DS TECHEETAH, DS E-Tense FE19

Photo by: Sam Bloxham / LAT Images

Articolo successivo
Carica i commenti