Tsunoda: il trucchetto del DRS dietro al suo tempone

La Red Bull ha concluso i test in Bahrain con il miglior tempo, ma anche i cugini dell'AlphaTauri hanno impressionato con la loro prestazione nella giornata conclusiva.

Tsunoda: il trucchetto del DRS dietro al suo tempone

Yuki Tsunoda è stato in grado di scalare la classifica fino al secondo posto, grazie ad una simulazione di qualifica realizzata nel tardo pomeriggio di domenica, che gli ha permesso di arrivare a soli 93 millesimi dal miglior tempo di Max Verstappen.

E' stata una performance che ha fatto girare la testa a tutto il paddock, non solo per il potenziale mostrato dalla AT02, ma anche per quanto Tsunoda sia in grado di essere già veloce in vista del suo debutto in Formula 1.

Ma c'è stato un trucchetto dietro al tempo che il giapponese ha messo a referto ieri in Bahrain?

Alcuni telespettatori dall'occhio attento e gli utenti dei gruppi dedicati alla F1 su Reddit si sono infatti accorti che Tsunoda apriva il DRS molto prima del normale durante le sue simulazioni di qualifica.

 

La zona DRS sul rettilineo di Sakhir iniziava 170 metri dopo l'uscita della curva 15. Nell'immagine del tweet qui sopra, si può notare che è più o meno in linea con il cartello blu con la scritta Aramco, ma che Tsunoda ha già il DRS attivato molto prima.

Una situazione che non si è limitata ad un solo giro, perché in questi run Tsunoda attivava regolarmente il DRS non appena raddrizzava la vettura in uscita dalla curva 15.

Anche i dati indicano un utilizzo precoce del DRS rispetto a quando non sia tipicamente consentito. Tsunoda ha toccato una velocità di 322 km/h alla speed trap, staccando di ben 3 km/h Charles Leclerc, secondo con la Ferrari in questa speciale classifica.

Lando Norris ha scherzato su Instagram, commentando il post di Tsunoda che parlava di una "giornata positiva con entrambe le simulazioni di gara e gli short run". Norris ha commentato: "Com'è il DRS?", insieme ad una emoji sorridente.

Leggi anche:

Poiché i test pre-stagionali non sono un weekend di gara ufficiale, non ci sono restrizioni riguardo a dove possa essere utilizzato il DRS. Questo significa che i giri di Tsunoda sono assolutamente validi ai fini della classifica, anche se sicuramente l'utilizzo dell'ala mobile ha favorito la sua prestazione.

Inoltre, questa cosa non deve assolutamente sminuire l'ottimo lavoro fatto dal pilota giapponese in questi test. Parlando con Motorsport.com, lo stesso Norris ha sottolineato la sua prestazione: "Il termine da usare è impressionante. E' un buon pilota! Non credo che non ci sia alcuno shock in questo".

"L'AlphaTauri mi sembra forte. Penso che guardando gli onboard e vedendo i dati che abbiamo a disposizione, sembra che abbiano una macchina molto forte. Sembra buona da guidare in ogni tipo di condizione".

Tsunoda può prendere molta fiducia dalla performance dell'ultima giornata, soprattutto per il chilometraggio, dopo aver subito alcune battute d'arresto nei primi due giorni.

"E' stata una giornata davvero molto buona, abbiamo fatto progressi, senza alcun problema", ha detto Tsunoda. "Mi sono solo concentrato sulla mia guida. Nei primi due giorni abbiamo avuto un po' di sfortuna, ma oggi abbiamo messo tutto insieme. Sia i nostri meccanici che la Honda hanno fatto un lavoro davvero buono, e non ci sono stati problemi".

"Per il mio apprendimento, ho fatto un'intera simulazione di gara e mi ha aiutato dal lato della gestione delle gomme. Ho fatto un buon passo avanti, ottenendo buoni dati per il GP del Bahrain, e questo è positivo".

Yuki Tsunoda, AlphaTauri
Yuki Tsunoda, AlphaTauri
1/37

Foto di: Steven Tee / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
2/37

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
3/37

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Esteban Ocon, Alpine A521, Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
Esteban Ocon, Alpine A521, Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
4/37

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
5/37

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
6/37

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
7/37

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
8/37

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
9/37

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
10/37

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
11/37

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
12/37

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
13/37

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
14/37

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
15/37

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
16/37

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
17/37

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
18/37

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
19/37

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
20/37

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
21/37

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
22/37

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
23/37

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
24/37

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
25/37

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
26/37

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
27/37

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

George Russell, Williams FW43B Davanti a Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
George Russell, Williams FW43B Davanti a Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
28/37

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02 davanti a Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02 davanti a Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B
29/37

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
30/37

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
31/37

Foto di: Zak Mauger / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02 davanti a George Russell, Williams FW43B
Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02 davanti a George Russell, Williams FW43B
32/37

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
33/37

Foto di: Charles Coates / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
34/37

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
35/37

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
36/37

Foto di: Mark Sutton / Motorsport Images

Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
Yuki Tsunoda, AlphaTauri AT02
37/37

Foto di: Sam Bloxham / Motorsport Images

condividi
commenti
Statistiche F1 dopo i test: crolla Mercedes, bene Ferrari
Articolo precedente

Statistiche F1 dopo i test: crolla Mercedes, bene Ferrari

Articolo successivo

McLaren stupita che nessuno abbia pensato il suo diffusore

McLaren stupita che nessuno abbia pensato il suo diffusore
Carica i commenti