McLaren stupita che nessuno abbia pensato il suo diffusore

La McLaren è rimasta sorpresa che nessun'altra squadra di Formula 1 abbia introdotto due paratie verticali nella parte centrale del diffusore, ma Key è consapevole che non ci vorrà molto tempo perché gli avversari le copino.

McLaren stupita che nessuno abbia pensato il suo diffusore

Come rivelato da Motorsport.com lo scorso fine settimana, la McLaren nei test pre-stagionali in Bahrain ha presentato una soluzione inedita nella parte centrale del diffusore che cerca di recuperare alcune perdite di carico innescate dalle nuove regole aerodinamiche.

L'altezza delle paratie verticali è stata ridotta nel 2021 (devono essere a 50 mm dal fondo di riferimento), ma il team di Woking ha eluso questo limite collocando due bandelle più lunghe  nella zona centrale dell'estrattore (di 500 mm), all'interno della quale non esistono vincoli normativi.

Il direttore tecnico della McLaren, James Key, ha voluto sottolineare che la soluzione non sfrutta un buco regolamentare, ma evidenzia semplicemente la bravura della sua squadra nello sviluppo di un concetto "semplice".

"È un'idea molto... normale e anzi nel team siamo stati un po' sorpresi dal fatto che siamo l'unica squadra ad averla avuta - ha spiegato Key - . Dei piccoli generatori di vortici sotto all'estrattore si vedono su quasi tutte le monoposto. Ci sono parti in alluminio o in carbonio che rientrano perfettamente nel regolamento, in una zona libera. Ci vuole uno schermo CAD per vederne la corretta applicazioneperché si osservano sezioni trasversali di una superficie 3D".

"Ci sta che qualcuno abbia maturato dei dubbi non avendo i dati sotto mano, ma il tutto fa parte di una superficie continua".

Diffuser regulations for 2020 vs 2021

Diffuser regulations for 2020 vs 2021

Gli avversari della McLaren staranno quasi certamente valutando qual è il beneficio che può derivare da questa soluzione per cui Key pensa che qualcuno copierà il concetto al più presto...

"Al giorno d'oggi penso che sia facile replicare l'idea di un altro entro una settimana, basta utilizzare il CFD. Se un dettaglio, un diffusore o qualsiasi cosa interessa, si può scoprire abbastanza velocemente com'è fatto".

"Poi si tratta di capire come funziona sulla tua vettura, questa è la chiave di tutto. Un conto è comprendere il principio, ma poi bisogna adattarlo al proprio mezzo".

"Il processo corretto sarebbe di provare la soluzione in galleria del vento, ma ciò potrebbe richiedere un paio di settimane, prima di produrla produrlo. I passaggi sono abbastanza semplici, diciamo che servono più o meno dalle tre alle cinque settimane dal momento in cui si dispone di una foto degli avversari e il monento in cui si riesce a mettere la soluzione sulla prorpia macchina".

Key ha fatto i complimenti al reparto aerodinamico McLaren per aver trovato questa soluzione innovativa per il 2021...
"Penso che sia sempre bello per una squadra proporre un'idea nuova e unica; il merito va interamente al nostro reparto aerodinamico e in particolare ai ragazzi del gruppo che si occupa dell'aerodinamica posteriore per aver capito che c'era l'opportunità di sfruttare il nuovo regolamento in questo modo".

"Questa è una delle cose visibili di cui si parla molto, ma in definitiva è solo una parte di un quadro molto più complesso quale è il retro della vettura. E penso che non se ne parlerà più quando torneremo qui tra un paio di settimane".

McLaren MCL35M diffuser detail

McLaren MCL35M diffuser detail

Photo by: Giorgio Piola

condividi
commenti
Tsunoda: il trucchetto del DRS dietro al suo tempone
Articolo precedente

Tsunoda: il trucchetto del DRS dietro al suo tempone

Articolo successivo

Haas VF-21 senza gettoni ma con novità aerodinamiche

Haas VF-21 senza gettoni ma con novità aerodinamiche
Carica i commenti