Pirelli rimarrà fornitore unico in F1 fino al 2024

L'azienda italiana continuerà ad essere fornitore unico di pneumatici in Formula 1 sino al 2024 dopo che le parti hanno esteso di un anno il precedente accordo a seguito dell'entrata in vigore delle nuove regole dal 2022.

Pirelli rimarrà fornitore unico in F1 fino al 2024

Pirelli fornirà le proprie coperture alla Formula 1 fino al 2024. Nella serata odierna è arrivato l’annuncio del prolungamento del contratto di fornitura, esteso adesso di 12 mesi rispetto alla scadenza precedente.

Per l’azienda italiana il prossimo sarà un anno di grandi sfide dato che debutteranno nella massima serie le gomme da 18’’, già adottate dal 2020 in Formula 2. Originariamente questi nuovi pneumatici avrebbero dovuto debuttare nel 2021, insieme alla nuova generazione di monoposto ad effetto suolo, ma l’impatto della pandemia ha fatto slittare l’introduzione delle nuove coperture e delle nuove auto al prossimo anno.

Grande soddisfazione per il rinnovo sino al 2024 con Pirelli è stata espressa dal nuovo CEO della Formula 1, Stefano Domenicali: “La pandemia ha causato disagi in tutto il mondo e la Formula 1 non ne è stata immune. Abbiamo quindi preso le misure necessarie l'anno scorso per rinviare il regolamento di un anno, al 2022”.

“Siamo molto orgogliosi della nostra partnership con Pirelli e siamo grati per il loro approccio costruttivo a questo cambiamento dei tempi. Pirelli è consapevole del ruolo strategico che i pneumatici hanno in F1 e sappiamo che stanno lavorando duramente per assicurarsi che i loro prodotti rappresentino il miglior equilibrio tra prestazioni e durata nel nuovo contesto tecnico”.

L’accordo ha poi ricevuto anche la benedizione di Jean Todt, presidente FIA: “Voglio ringraziare la Formula 1 e Pirelli per la loro collaborazione, flessibilità e impegno verso il nostro sport durante questo periodo difficile. Il COVID-19 ci ha presentato sfide significative in tutti gli aspetti delle nostre attività, ma lavorando insieme in modo sensato e pragmatico siamo stati in grado di garantire che la stabilità a lungo termine e la forza della Formula 1 rimanga immutata”.

“Il passaggio a ruote e pneumatici da 18" fornirà certamente un'immagine più emozionante per le auto di Formula 1, ma determinerà anche una sfida tecnica significativa che richiederà molti investimenti da parte di Pirelli per continuare a fornire pneumatici con prestazioni di altissimo livello. Alla luce di tutto ciò è stato logico estendere l’accordo di fornitura”.

Marco Tronchetti Provera, CEO Pirelli, ha poi concluso: “Siamo ovviamente lieti di aver raggiunto questo accordo che estenderà la nostra presenza all'apice del motorsport mondiale fino al 2024. Pirelli è al fianco della Formula 1 da più di 70 anni, fin dalla prima gara del 1950, e l'azienda continua a investire nei più alti livelli tecnologici di ricerca e sviluppo, come dimostra l'introduzione di pneumatici da 18 pollici a partire dal prossimo anno”.

“Il motorsport fa parte del nostro DNA e la Formula 1 rappresenta un laboratorio a cielo aperto che ci permette di applicare il know-how acquisito in pista ai nostri pneumatici per auto stradali, a partire dalla gamma Ultra High Performance che equipaggia le auto più prestigiose del mondo".

condividi
commenti
FIA: ecco il report sulle cause dell'incendio di Grosjean

Articolo precedente

FIA: ecco il report sulle cause dell'incendio di Grosjean

Articolo successivo

Ghini: "La F1 come il kamasutra, si parla di penetrazione"

Ghini: "La F1 come il kamasutra, si parla di penetrazione"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Formula 1
Autore Marco Di Marco