La F1 annuncia la quarta stagione di "Drive to Survive"

La popolare serie "Drive to Survive" di Netflix avrà una quarta stagione nel 2022: l'annuncio è stato dato stamani dalla Formula 1.

La F1 annuncia la quarta stagione di "Drive to Survive"

In un breve tweet pubblicato giovedì mattina, la Formula 1 ha confermato che la docu-serie della piattaforma streaming tornerà con una nuova stagione il prossimo anno.

La serie Netflix è andata in onda per la prima volta nel 2019 ed ha avuto grande successo, perché ha innescato un boom di interesse sia tra più giovani che sul mercato americano. Cosa che ha fatto molto felici i vertici di Liberty Media.

Ha anche vinto numerosi premi, tra i quali un Bafta TV Craft Award ed un Telly Award, che non hanno fatto altro che confermato il grande successo della serie.

 

La natura della serie, che vede Netflix raccogliere le storie di ogni squadra nel corso della stagione, ha offerto alcune prospettive uniche degli eventi che possono accadere all'interno di un team di F1.

Ian Holmes, responsabile dei diritti media della F1, ha detto all'inizio di quest'anno che la serie ha aperto gli occhi su quella che potrebbe essere la potenziale crescita di pubblico del Circus.

"Quello che ci ha realmente dimostrato è quanti potenziali fan potrebbero esserci là fuori, ma anche come possiamo parlare ai fan esistenti, ma in modo diverso", ha detto Holmes a Motorsport.com.

Lewis Hamilton, Mercedes W12, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B, Lando Norris, McLaren MCL35M, and the rest of the field at the start

Lewis Hamilton, Mercedes W12, Max Verstappen, Red Bull Racing RB16B, Sergio Perez, Red Bull Racing RB16B, Lando Norris, McLaren MCL35M, and the rest of the field at the start

Photo by: Mark Sutton / Motorsport Images

"Quello che la serie Netflix ci sta mostrando è che c'è questo appetito per i contenuti che non hanno posto in uno show pre-gara. Ma ora abbiamo un posto per mostrarli e le persone ne sono genuinamente affascinate".

"L'altra cosa che ci ha dimostrato è che ciò che interessa di più alla gente sono i soggetti, le personalità, le rock star, i piloti, o in alcuni casi forse qualche team principal".

"Quello che penso abbia fatto con successo è stato mettere in luce cose che normalmente lo sono meno, e qui le squadre meritano un sacco di credito per la loro apertura e il loro accordo ad abbracciare il progetto e consentire l'ingresso di telecamere e microfoni in luoghi in cui non sono stati mai permessi prima".

Al momento non è stata annunciata la data di pubblicazione della quarta stagione, ma quelle precedenti erano state messe online durante la pausa invernale della Formula 1, quindi è auspicabile che possa accadere prima della gara inaugurale in Bahrain del prossimo marzo.

condividi
commenti
Ferrari in galleria del vento: 5% di ricerca in meno nel semestre

Articolo precedente

Ferrari in galleria del vento: 5% di ricerca in meno nel semestre

Articolo successivo

Bottas: "Non ci sono novità". E Russell conferma

Bottas: "Non ci sono novità". E Russell conferma
Carica i commenti