Bottas: "Non ci sono novità". E Russell conferma

Valtteri è parso infastidito dalle continue domande sul suo futuro: "Forse so qualcosa o forse no, di sicuro non ho notizie da condividere". Il finlandese dato partente per l'Alfa Romeo, vuole mantenere la concentrazione sulla stagione in corso: "A Spa pago una penalità di cinque posizioni e non è certo la pista ideale". Russell sta al gioco e ammette: "Meglio fare le cose per bene che in fretta".

Bottas: "Non ci sono novità". E Russell conferma

“No news to share”, nessuna notizia concreta da condividere. Stessa risposta alla stessa domanda, posta oggi nella conferenza stampa di Spa-Francorchamps a Valtteri Bottas e George Russell, chiamati insieme a rispondere agli interrogativi dei media in merito al loro futuro.

Il tormentone su chi affiancherà Lewis Hamilton il prossimo anno tiene ancora banco, anche se da diversi mesi tutti i segnali vanno nella stessa direzione, ovvero quella che porterà Russell in Mercedes e Bottas, probabilmente, in Alfa Romeo.

Alla luce dei retroscena appare evidente l’imbarazzo di entrambi i piloti nel rispondere a domande molto mirate, e l’aspetto che più colpisce è la tranquillità di Russell che cozza un po' con qualche cenno di nervosismo da parte di Bottas.
“Forse so qualcosa o forse no – ha commentato Valtteri – di sicuro non ho notizie da condividere”.

“Ci sono state chiacchierate durante la pausa estiva – ha invece spiegato Russell – ma non ci saranno annunci questo fine settimana e probabilmente neanche il prossimo. Personalmente non è un problema, meglio fare le cose per bene, senza fretta, che sia domani o dopo Abu Dhabi per me cambia poco, mi fido delle persone che si prendono cura di me”.

“Nel complesso la situazione mi sta bene – ha proseguito Bottas – al momento quello che conta è essere concentrati su questo weekend, ci aspetta un periodo intenso e credo che alla fine le cose si sistemeranno”.

Per il finlandese il weekend sarà più in salita del solito, dovendo scontare le cinque posizioni di penalità sulla griglia di partenza belga che gli sono state inflitte in Ungheria a causa dell’incidente al via.
“Dovrò cercare di qualificarmi bene – ha spiegato – ma quello che conta di più su questa pista è il ritmo di gara. Non è certo piacevole dover scontare una penalità, ma tra tutte le piste del mondiale quella di Spa è sicuramente una delle meno penalizzanti se si ha un buon ritmo”.

Il passaggio in Mercedes di Russell, dato per scontato nel paddock, ha portato anche ad una domanda in merito a Nyck De Vries, neo-campione Formula E e primo candidato a sostituire Russell in Williams.
“Penso che Nyck sia un pilota fantastico – ha risposto Russell - è stato campione di Formula 2, è un campione di Formula E ed ha sicuramente la velocità ed il carisma per essere un pilota di F1. Sfortunatamente, questo campionato ha solo 20 posti, e per far sì che un grande pilota entri, è indispensabile che un altro un grande pilota decida di lasciare, quindi, non è così semplice. Ma Nyck merita di essere qui, vedremo se avrà la giusta chance”.

condividi
commenti
La F1 annuncia la quarta stagione di "Drive to Survive"
Articolo precedente

La F1 annuncia la quarta stagione di "Drive to Survive"

Articolo successivo

Kimi: "Senza i due anni di assenza dalla F1, oggi non sarei qui"

Kimi: "Senza i due anni di assenza dalla F1, oggi non sarei qui"
Carica i commenti