Williams: dal 2022 avrà anche cambio e idraulica Mercedes

La squadra di Grove ha ufficializzato che dal 2022 rinuncerà a produrre la propria trasmissione e adotterà la scatola del cambio in carbonio che gli sarà fornita dalla Mercedes insieme al sistema idraulico. La Williams, da sempre fedele all'essere un Costruttore, cambia strategia e si affida alle forniture esterne per sfruttare le proprie competenze interne su altri aspetti della monoposto.

Williams: dal 2022 avrà anche cambio e idraulica Mercedes

La Williams implementa la sua collaborazione tecnica con la Mercedes: dal 2022 la squadra di Grove utilizzerà anche la trasmissione di Brackley e l’impianto idraulico. Si tratta di una svolta importante, visto che la squadra fintanto che è stata nelle mani della famiglia Williams non ha mai voluto rinunciare al suo ruolo di Costruttore limitandosi a montare sulle sue monoposto le power unit della Stella dall’inizio dell’era ibrida.

Con la nuova gestione del team affidata a Dorilton Capital cambiano le strategie: l’idea è di sfruttare quanto di meglio viene offerto dal mercato, per concentrare le proprie risorse economiche e umane su altre parti della monoposto per alzare la soglia di competitività. Naturalmente la Williams non rinuncerà alla costruzione del telaio che continuerà a essere prodotto internamente.

Soddisfatto il team principal, Simon Roberts, che ha commentato: “Sono lieto di vedere che il nostro ottimo rapporto con Mercedes va oltre la fornitura di motori. La Williams è una squadra indipendente, ma la Formula 1 è in continua evoluzione e come squadra dobbiamo essere agili nel mettere la squadra nella posizione migliore per essere competitivi in ​​pista. Questo accordo a lungo termine con Mercedes è un passo avanti positivo e fa parte dei nostri obiettivi strategici per il futuro".

Molto positivo anche Toto Wolff, CEO e team principal della Mercedes: “Questo è un progetto di cui discutevamo da tempo con la Williams e sono contento di ampliare la nostra collaborazione tecnica con la Williams attraverso questo nuovo accordo. La Williams, che usa le nostre power unit dal 2014, potrà essere fornita anche del cambio sfruttando le economie di scala concesse dalle nuove regole".

E chissà che nell’accordo non ci sia anche uno “sconto” da praticare qualora la trattativa per il rinnovo di Mercedes con Lewis Hamilton non dovesse andare a buon fine e fosse necessario liberare George Russell dal contratto con la Williams…

condividi
commenti
Williams: si apre una nuova era che può portare al successo
Articolo precedente

Williams: si apre una nuova era che può portare al successo

Articolo successivo

F1: l'orario della partenza torna alle 14 nel 2021

F1: l'orario della partenza torna alle 14 nel 2021
Carica i commenti