F1, Ungheria, Libere 2: spunta Vettel sul bagnato

condividi
commenti
F1, Ungheria, Libere 2: spunta Vettel sul bagnato
Di:
17 lug 2020, 14:48

La seconda sessione di libere del GP d'Ungheria si è svolta sotto la pioggia e Sebastian ha regalato alla Ferrari una soddisfazione di giornata che conta poco ma fa bene al morale. Secondo Bottas, davanti a Sainz e le Racing Point.

Non significa niente, ma probabilmente fa bene al morale. Sebastian Vettel è stato il più veloce nella seconda sessione di prove libere del GP d'Ungheria disputate con la pista bagnata. Il tedesco con le gomme Full-wet ha ottenuto un 1'40"464 in appena sette giri, prima di passare alle Intermedie che non sono sembrate adatte alla scivolosità della pista.

La Ferrari, insomma, si toglie una soddisfazione di giornata, ma tutto fa in questo momento così difficile per la squadra del Cavallino. Sebastian si è tolto il gusto di lasciare Cahrles Leclerc a 3"2, ma il monegasco si è lamentato del poco grip nel posteriore per cui ha preferito non correre rischi dopo il botto nel GP della Stiria, mentre il più esperto compagno di squadra è stato quello che ha percorso più strada (12 giri), superato solo da Kimi Raikkonen che con l'Alfa Romeo è arrivato a 16 tornate coperte con diversi lunghi e tagli che hanno messo in evidenza i difetti della C39 che ha scoperto sull'acqua, visto che stamattina aveva girato Robert Kubica.

Alla fine di un'ora e mezza solo tredici piloti su venti hanno chiuso un giro cronometrato. Valtteri Bottas è secondo a parità di gomme con 1'40"736 a 272 millesimi dalla Ferrari. La Mercedes ha deciso di usare il finlandese come "cavia", mentre Lewis Hamilton non ha voluto sprecare un treno di Full wet dal momento che le previsioni meteo per domenica non sono affatto chiare eil rischio di un temporale non è stato scongiurato.

Bottas si è limitato a percorrere 6 giri, precedendo Carlos Sainz con la McLaren: lo spagnolo, probabilmente, ha voluto dare un segnale a Lando Norris che non è andato oltre il 12esimo posto a quattro secondi dall'iberico.

Sergio Perez è sesto con la Racing Point davanti a Pierre Gasly con l'AlphaTauri: il francese aveva saltato il primo turno per un problema alla power unit Honda e anche nel secondo turno si è lamentato del freno motore, ma comunque è riuscito a stare davanti a Max Verstappen in difficoltà con la Red Bull RB16. C'è chi sostiene che il team di Milton Keynes stia pasticciando con la simulazione delle ruote posteriore sterzanti, mentre le Mercedes questo tema tecnico lo hanno acquisito ed è diventato un tema di forza delle frecce nere.

Romain Grosjean, dopo un'uscita innocua, è riuscito a scalare l'ottava posizione con la Haas mentre Kevin Magnussen ha preferito restare inattivo ai box.

Antonio Giovinazzi è 11esimo con la seconda Alfa Romeo: il pugliese ha preso un secondo da Iceman e questo non giova per Antonio che, però, non ha voluto prendere alcun rischio dopo il crash nelle qualifiche della Stiria di sabato scorso.

Chiude la lista dei conduttori con un tempo Daniil Kvyat con la seconda AlphaTauri.

Cla Pilota Telaio Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 Germany Sebastian Vettel
Ferrari 12 1'40.464 156.987
2 Finland Valtteri Bottas
Mercedes 5 1'40.736 0.272 0.272 156.563
3 Spain Carlos Sainz Vázquez de Castro
McLaren 6 1'41.784 1.320 1.048 154.951
4 Canada Lance Stroll
Racing Point 6 1'42.380 1.916 0.596 154.049
5 Mexico Sergio Pérez Mendoza
Racing Point 5 1'42.470 2.006 0.090 153.914
6 France Pierre Gasly
AlphaTauri 7 1'42.588 2.124 0.118 153.737
7 Netherlands Max Verstappen
Red Bull 4 1'42.820 2.356 0.232 153.390
8 France Romain Grosjean
Haas 6 1'43.335 2.871 0.515 152.625
9 Finland Kimi-Matias Räikkönen
Alfa Romeo 16 1'43.471 3.007 0.136 152.425
10 Monaco Charles Leclerc
Ferrari 10 1'43.725 3.261 0.254 152.052
11 Italy Antonio Maria Giovinazzi
Alfa Romeo 9 1'44.411 3.947 0.686 151.053
12 United Kingdom Lando Norris
McLaren 5 1'46.000 5.536 1.589 148.788
13 Russian Federation Daniil Kvyat
AlphaTauri 7 1'47.422 6.958 1.422 146.819
14 France Esteban Ocon
Renault 1
15 Australia Daniel Ricciardo
Renault 1
16 United Kingdom Lewis Carl Davidson Hamilton
Mercedes 1
17 Canada Nicholas Latifi
Williams 2
18 United Kingdom George Russell
Williams 2
19 Thailand Alexander Albon
Red Bull 3
20 Denmark Kevin Magnussen
Haas 1

 

F1 in lutto: è scomparso l'Ingegner Ron Tauranac

Articolo precedente

F1 in lutto: è scomparso l'Ingegner Ron Tauranac

Articolo successivo

Sainz preoccupato: "Racing Point e Renault più forti di noi"

Sainz preoccupato: "Racing Point e Renault più forti di noi"
Carica i commenti