F1, Suzuka, Libere 1: Bottas gioca d'anticipo con Mercedes

condividi
commenti
F1, Suzuka, Libere 1: Bottas gioca d'anticipo con Mercedes
Di:
11 ott 2019, 02:51

Due Mercedes davanti a tutti nella prima sessione di prove libere del GP del Giappone, con il finlandese che ha preceduto Hamilton di 76 millesimi. La Ferrari di Vettel è a un secondo seguita da quella di Leclerc, ma la Scuderia ha svolto un programma di lavoro diverso.

L'abolizione della giornata del sabato nel GP del Giappone, con lo spostamento delle qualifiche a domenica mattina per il temuto passaggio del tifone Hagibis sul circuito di Suzuka, ha dato più valore alla prima sessione di prove libere durante la quale i piloti hanno cercato di girare il più possibile per raccogliere informazioni utili e potendo usare sei treni di gomme nella giornata di oggi recuperando quelli che sarebbero stati risparmiati sabato.

La Mercedes ha voluto stupire tutti con Valtteri Bottas subito a suo agio con la W10 rivista e corretta con il nuovo pacchetto aerodinamico ai lati delle pance. Il finlandese è arrivato a 1'28"731 con le gomme Soft in simulazione da qualifica, ottenendo una prestazione in linea con i tempi dello scorso anno.

Bottas si è messo alle spalle Lewis Hamilton di appena 76 millesimi di secondo: il penta-campione ha dovuto fare i conti con il disco anteriore destro CI che è andato in fiamme dopo un surriscaldamento. Niente di grave, visto che le frecce d'argento hanno mostrato una chiara superiorità con le gomme Pirelli a mescola più dura (C1, 2 e 3).

La squadra di Brackley sembra intenzionata a chiudere la partita mondiale in Giappone, mentre la Ferrari sembra aver lavorato di più per la gara: Sebastian Vettel è terzo con 1'29"720 a 989 millesimi dalla vetta e precede di un paio di decimi Charles Leclerc. La Scuderia è rimasta un po' coperta, orientando lo sviluppo della SF90 alla messa a punto per la corsa, non potendo contare sulle informazioni che sarebbero scaturite dall'attività del sabato.

La Rossa proverà la qualifica nella seconda sessione di libere, ma è indicativo il fatto che le due Ferrari siano rimaste davanti alle Red Bull, molto attese sulla pista di casa della Honda. Max Verstappen è quinto ma è il primo a non aver bucato il muro dell'1'30". L'olandese con il super-motore nipponico non ha brillato, rifilando solo tre decimi ad Alex Albon, sesto.

Ottima la prestazione di Carlos Sainz: non era nemmeno cominciata la prima sessione per lo spagnolo, perché appena è entrato in pista è stato costretto a parcheggiare la McLaren MCL34 che si è ammutolita. La direzione gara ha imposto la VSC per facilitare il recupero della monoposto di Woking consentendo poi all'iberico di tornare al lavoro effettuando anche delle prove aerodinamiche nel retrotreno con vernice flo viz spruzzata per verificare l'andamento dei flussi.

La MCL34 poi ha rivelato il suo potenziale e Carlos si è portato al settimo posto, risultando il primo degli... altri davanti alle due Racing Point di Sergio Perez e Lance Stroll, uno in fila all'altro. La top 10 è completata da Laando Norris con l'altra McLaren, con Romain Grosjean 11esimo con la Haas.

Il francese si è messo dietro Kimi Raikkonen con l'Alfa Romeo di 24 millesimi, mentre problemi tecnici hanno bloccato lo sfortunaato Antonio Giovinazzi alle prese con un guaio idraulico che ha inchiodato il cambio sulla sua Alfa Romeo C38 dopo appena quattro giri: il pilota italiano si è trovato con la trasmissione in quinta marcia che lo ha costretto a tornare ai box. E poi è stato costretto a restare a guardare gli altri. Non l'ideale per un debuttante a Suzuka.

Male la Renault con Nico Hulkenberg e Daniel Ricciardo solo 13esimo e 14esimo con le R.S.19 dotate di una nuova ala anteriore che non ha dato grandi risultati.

Kevin Magnussen con la seconda Haas è solo 15esimo e precede le due Toro Rosso: Daniil Kvyat è stato di poco più veloce dell'attesissimo Naoki Yamamoto, il 31enne campione di Super Formula e Super GT che la Honda ha voluto gratificare in carriera. Il pilota nipponico, che conosce Suzuka a menadito, ha svolto perfettamente il suo compito. Bella l'operazione del team di Faenza che ha lasciato a riposo Pierre Gasly.

George Russell ha potuto sperimentare la nuova ala sulla Williams FW42, lasciando così a sei decimi la "vittima" Robert Kubica.

Cla Pilota Giri Tempo Distacco Distacco km orari
1 Finland Valtteri Bottas
26 1'28.731 235.601
2 United Kingdom Lewis Carl Davidson Hamilton
25 1'28.807 0.076 0.076 235.400
3 Germany Sebastian Vettel
26 1'29.720 0.989 0.913 233.004
4 Monaco Charles Leclerc
20 1'29.912 1.181 0.192 232.507
5 Netherlands Max Verstappen
22 1'30.046 1.315 0.134 232.161
6 Thailand Alexander Albon
24 1'30.375 1.644 0.329 231.316
7 Spain Carlos Sainz Vázquez de Castro
21 1'30.702 1.971 0.327 230.482
8 Mexico Sergio Pérez Mendoza
21 1'30.810 2.079 0.108 230.208
9 Canada Lance Stroll
27 1'30.959 2.228 0.149 229.831
10 United Kingdom Lando Norris
24 1'31.001 2.270 0.042 229.724
11 France Romain Grosjean
25 1'31.283 2.552 0.282 229.015
12 Finland Kimi-Matias Räikkönen
27 1'31.307 2.576 0.024 228.955
13 Germany Nicolas Hülkenberg
29 1'31.426 2.695 0.119 228.657
14 Australia Daniel Ricciardo
25 1'31.563 2.832 0.137 228.314
15 Denmark Kevin Magnussen
22 1'31.785 3.054 0.222 227.762
16 Russian Federation Daniil Kvyat
23 1'31.920 3.189 0.135 227.428
17 Japan Naoki Yamamoto
30 1'32.018 3.287 0.098 227.185
18 United Kingdom George Russell
23 1'32.80 4.069 0.782 225.271
19 Poland Robert Kubica
27 1'33.484 4.753 0.684 223.623
20 Italy Antonio Maria Giovinazzi
4 1'36.887 8.156 3.403 215.768

 

Articolo successivo
LIVE F1, GP del Giappone: Libere 1

Articolo precedente

LIVE F1, GP del Giappone: Libere 1

Articolo successivo

GP del Giappone: annullata la giornata di sabato!

GP del Giappone: annullata la giornata di sabato!
Carica i commenti